Titolo

Impazziti son quasi tutti ... ovvero: perche' sembro cosi' arrabbiato

4 commenti (espandi tutti)

Mi trovo accordatamente avvelenato.

Vorrei però fare una precisazione sul  Ticket al pronto soccorso (gli esempi provocatori fatti non mi sembrano particolarmente felici).

Il ticket è previsto per quelle prestazioni che non hanno carattere d'urgenza o che non sono di competenza del pronto soccorso, ma del medico di base e/o della guardia medica (che poi questi facciano bene o meno il loro dovere è un'altra questione). E questa regola è così da molto tempo. Ma entriamo nel dettaglio (conosco bene il pronto soccorso non solo come paziente ma anche per aver passato giorni e notti al di là dello sportello davanti ai computer): quando un paziente arriva spiega allo sportello i sintomi e l'infermiere dà una valutazione, seppur competente, provvisoria, dato che spesso non ha modo di vedere, toccare, misurare. Emette quindi un accettazione con codice Rosso (urgente-grave), Verde (non grave) oppure Bianco (prestazione non da pronto soccorso). Se durante l'attesa cambia qualcosa nello stato di salute del paziente o nella valutazione del professionista che ritiene di poter migliorare la propria diagnosi provvisoria, il codice può essere cambiato. Attenzione nessuno ha ancora pagato il ticket! Durante la visita il medico o i medici eseguono tutto quel che serve per assistere il paziente e solo alla fine, viene confermto o modificato il codice emesso inizialmente. Spessissimo si passa da Bianco a Verde, qualche volta da Verde a Rosso o viceversa e spessissimo da Verde o Rosso a Bianco. Ci sono cioè attori/attrici che si rivolgono al pronto soccorso fingendo dolori e poi al dunque si scopre che volevano farsi misurare la pressione, farsi dare le pillole anticoncezionali (in genere le prostitute) oppure farsi fare un esame con una attesa di 3-4 ore anzichè prenotarlo allo sportello accettando i, purtroppo gravi, tempi di attesa di alcuni mesi...

Solo all'uscita col codice del colore giusto il paziente, se è il caso, paga il ticket per una prestazione che non era da Pronto Soccorso. La novità è solamente il ticket unico di 27 euro per tutte le prestazioni fatte nel luogo "sbagliato". Per alcune prestazioni è un sovrapprezzo ma per molte altre che prevedono analisi ed esami è un prezzo anche inferiore al costo effettivo.

C'è molto da lavorare nella sanità, ma queste regole hanno una giusta logica (sicuramente discutibile e migliorabile) e comunque non vanno ad incidere sul livello di assistenza, garantita a tutti indistintamente, anche al pronto soccorso; solo all'uscita o per posta a casa, verrà eventualmente richiesto l'obolo.

Grazie per il contributo, siracide. Per conto mio, non ho molta esperienza di pronto soccorso ma mi è capitato più di una volta di sentire amici e conoscenti in Italia che dicevano 'beh, se vuoi farti fare le analisi alla svelta basta che vai al pronto soccorso'. Il sistema come era prima generava chiari incentivi all'abuso. Credo che il ticket possa funzionare come parziale rimedio.

La cosa un po' irritante è che si decida di mettere il ticket spinti principalmente da esigenze di cassa, anziché da considerazioni di strutturazione ottima del servizio. Peró non lamentiamoci troppo, per una volta che si va nella direzione giusta.

Ah, non credo proprio che sia stato fatto spinti da esigenze di cassa.

Tenendo
conto che, ad esempio, i tuoi amici e conoscenti possono comunque
continuare a bypassare le liste d'attesa rivolgendosi al pronto
soccorso e pagando 25 euro anzichè l'intera prestazione di 36, 60 o 72
euro, credo proprio che siamo ancora lontani dal "far cassa", anzi, si
recupera, e solo parzialmente, qualche spesa eccessiva dovuta ai soliti
"furbi" e forse si fa per loro un po' di sensibilizzazione.

Il
ragionamento di "far cassa" è un'altra cosa insita nella furbizia degli
italiani come quei terroristi delle strade che passano col rosso,
sfrecciano ai 200 all'ora su strade di città e poi si appigliano a
qualsiasi vizio di forma, al TAR o a qualcos'altro per non pagare la
multa, con l'aggiunta delle critiche alla bastarda polizia municipale
che non farebbe altro che raccogliere soldi per il comune con le multe!

acc... scusate, ma devo rivedere un attimino quanto da me scritto.

In generale rimane valida la mia precisazione, però ho preso coscienza solo oggi (chiedo scusa), che il ticket inizialmente volevano inserirlo anche per le prestazioni di colore verde: ma ci hanno ripensato, per fortuna. Fermo restando che la prestazione veniva comunque offerta prima del pagamento e l'assistenza garantita a tutti, sarebbe stata stravolta la scala delle urgenze/colori, per cui moltissimi interventi Verdi sarebbero diventati Rossi e i Rossi più gravi avrebbero dovuto trasformarsi in .... Rossissimi???

La logica di fondo però rimane valida: non certo per fare cassa ma per evitare la mala-furbizia dilagante.