Titolo

Rivoluzionare, non riformare, il mercato del lavoro in Italia

1 commento (espandi tutti)

Infatti, mi ero stupito che non avessi scritto, dopo la frase incriminata, "e non ditemi i paesi scandinavi, troppo facile"  :-)

Immaginavo appunto che il mercato del lavoro svedese fosse piu' flessibile di quanto non si pensi. Per la disoccupazione giovanile, il solito sito menostato.it riporta i seguenti dati. L'Italia guida la classifica (!) con il 24% di disoccupazione fra i giovani sotto i 25 anni; all'altro estremo ci sono la solita Irlanda, insieme a Olanda e Danimarca, intorno all'8%; la Svezia sta esattamente a meta' con il 16%. Gli Stati Uniti sono all'11%, Regno Unito al 13%. Stupisce un po' trovare la Spagna al 20%, subito dopo la Francia (ma il trend e' in miglioramento).