Titolo

Il suicidio e la chiesa. La sostanza e la forma

1 commento (espandi tutti)

Re(1): Martiri

Tommaso 18/2/2007 - 22:11

"Chi si suicida rinuncia ad assolvere al compito che Dio, con il dono della vita, gli ha affidato, cioè spendere la propria vita per gli altri."

Non sono d'accordo. Un malato terminale, immobilizzato a letto, con difficolta' a comunicare e sofferenze quotidiane, spesso non puo' piu' di tanto spendere la propria vita per gli altri. Anzi, con l'eutanasia, puo' fare ai suoi cari il dono piu' grande, e cioe' alleviare loro il dolore di vederlo soffrire a lungo.