Titolo

Cani e porci, genoani e doriani, comunisti e liberali. Tutti insieme, al governo.

1 commento (espandi tutti)

Credo che il maggioritario con il doppio turno, senza Mattarellum,
meriterebbe una chance. Da un lato, tale sistema garantirebbe ai
cittadini il diritto di porre il veto su personaggi impresentabili come
quelli di cui sopra. Dall'altro, non imporrebbe la necessita' di
formare vaste alleanze come quella che sorregge (piu' o meno) il
governo in carica.

Come no.

Gia' lo vedo, l'uninominale all'italiana, con feudi mafiosi e il duo/monopolio dei media che si contende gli altri.

Non funziona qua in Amerika, dove siamo soggetti a gerrymandering ridicoli (il mio distretto disegnato da esperti GIS ricorda un lombrico piu' che una salamandra).  Figuriamoci in Italia, dove la gente apertamente dichiara di votare questo o quello, alle elezioni locali, perche' gli fanno "dei favori".

Come si chiede palma, occorre pensare agli obiettivi.

Vogliamo un'illusione di democrazia, dove la competizione "centripeta" elimina completamente l'accesso degli estremi (almeno da una parte, come succede negli USA)? 

Vogliamo un governo che sia efficiente nel prendere decisioni, ma che importa se il 75% dei cittadini non e' d'accordo?  Allora l'uninominale e' perfetto, cosi' come ogni altra forma di bipartitismo.  Senz'altro tra i peggiori sistemi elettorale e' quello italico: ne' carne ne' pesce, e con i difetti di tutti gli altri sistemi a cui attinge. 

Ma stiamo ben attenti, e' sempre facile peggiorare le cose.