Titolo

Padoa Schioppa Economics

1 commento (espandi tutti)

Ricordo che quando stavano formando questo governo, si discuteva con alcuni amici (economisti di un certo livello) se era il caso che TPS, con il suo cv internazionale e incarichi in Banca d'Italia e BCE, accettasse l'incarico, visto che gli sarebbe toccato dire e fare cose nefande, contrarie all'evidenza oltre che a qualsivoglia teoria economica, vista la carovana cui avrebbe dovuto unirsi.

I miei ambiziosi amici mi lanciavano occhiate di disprezzo: il ministro, il grande pilota del sistema, quale bravo economista non vorrebbe diventarlo, per poter finalmente riformare il nostro Paese?

Invece quello che volevo dire è che dev'essere dura per un economista con un minimo di cv fare il ministro dell'economia in Italia, dove il nome sulla porta è poco più che un etichetta vuota. Non credo si tratti di un problema di scuola di pensiero keynesiano, basta vedere cos'è riuscito a fare davvero Tremonti nel precedente governo che si definiva "liberista". Cinque anni di politiche "liberiste" si sono tradotte in un lieve calo della pressione fiscale finanziato con ulteriore debito e tanta, tanta evasione.

Quindi povero TPS, ha tutta la mia comprensione. Se avessi potuto dissuaderlo...