Titolo

Il caso Mastrogiacomo

1 commento (espandi tutti)

E non e' detto che si tratti soltanto di retribuzione in contanti: come
saprai, parecchi soldati in USA non sono nemmeno cittadini, ma
neo-immigrati che colgono l'opportunita' di naturalizzazione offerta
assieme al servizio militare. La cosa e' ben nota, e incoraggiata: vedi
ad esempio quest'articolo
sulle nuove regole passate in 2002 per facilitare l'immigrazione e
naturalizzazione di chi accetta di combattere la "war on terrorism".
Ora, non mi dirai che chi emigra, che so, dalla Colombia (di cui e'
cittadino), per arruolarsi nell'esercito di Zio Sam e diventare
cittadino americano, lo fa per amore del proprio paese...

Anche la Gran Bretagna usa lo stesso sistema. Molti soldati britannici sono cittadini del Commonwealth che si arruolano con la speranza di poter un giorno ottenere la cittadinanza britannica. Secondo questo articolo nel 2005 il 9% dei soldati dell'esercito erano stranieri (inclusi i Gurkhas, che non fanno parte del Commonwealth). Le cifre attuali sono probabilmente più alte.