Titolo

Sparando sulla crocerossa: VV e la scienza delle finanze

2 commenti (espandi tutti)

I dati esatti sono (tra le altre fonti) qua.  Tu riporti i dati (circa 350000 vantaggio CdL al Senato, 25000 vantaggio Unione camera) nel modo in cui sono stati ampiamente raccontati dai media, ma questi escludono Trentino-Alto Adige e Val d'Aosta per il Senato  e Val d'Aosta per la Camera. Grazie alla SVP il vantaggio dell'Unione In Trentino è di circa 200000, sicché il vantaggio consolidato a livello nazionale è di 200000 voti. Prendento per buono il dato di 4 milioni under 25 (non ho controllato), stiamo parlando del 5% di 52,5 contro 47,5; non so se sia giusto definirlo leggero but it is not exactly a landslide. Inoltre l'ipotesi che tutta la differenza tra camera e senato sia attribuibile al voto giovanile credo sia un po' estrema. Alla camera c'era la la lista dell'Ulivo, che di solito fa meglio delle liste separate Ds e Margherita.

Comunque senza dati ulteriori è difficile discutere. Insisto, qualcuno conosce i numeri di Diamanti e come li ha raccolti? 

Grazie per la precisazione. Rimane che il (presunto) trend pro-Unione del voto giovanile (la vera novità rispetto alle elezioni precedenti) nessuno nel post-elezioni mi pare lo abbia mai spiegato.