Titolo

Le ritira o non le ritira?

1 commento (espandi tutti)

se al modello di sandro si aggiunge il referendum sulla legge
elettorale in equilibrio mastella di dimette e non torna al suo posto.

questo
perche' se il referendum viene approvato poi si va alle elezioni
anticipate con la nuova legge elettorale, come da prassi; e i partiti
come l'udeur sparirebbero per sempre, almost surely.

ci sono due
modi per evitare il referendum: (1) in parlamento si trova un accordo
per una nuova legge elettorale; (2) il parlamento viene sciolto.

lo
scenario (1) e' alquanto improbabile; l'accordo dipende da veltroni e
berlusconi, ma almeno a veltroni secondo me sotto sotto non dispiace
per nulla che si vada a votare il referendum (come a fini, che almeno
lo dice apertamente).

l'unica via praticabile e' la (2), che
passa per una crisi di governo, che passa per le dimissioni di
mastella, col polverone dell'inchiesta che cade a fagiolo (infatti non
si era affatto dimesso quando stavano per farlo saltare con l'inchiesta
'why not', ma ha tirato fuori gli artigli e ha fatto fuori de
magistris; perche' non avrebbe potuto farlo anche con l'inchiesta
attuale? tanto piu' che le accuse sembrano al momento sostanzialmente infondate).

in questo modo lui non portera' responsabilita'
politica per un eventuale caduta del governo (che e' in salute come un
nonnetto di 100 e passa anni: basta solo esporlo a un po' di vento...)
e potra' allearsi a piacere, come sempre, quando si andra' a votare con
la vecchia legge elettorale.

sorvolo sugli aspetti piu' vomitevoli e ilari della questione, ossia, rispettivamente:

(a)
la solidarieta' incondizionata a mastella di tutti in parlamento, amici
e nemici: eh si, proprio di solidarieta' umana si tratta...

(b) mastella che proclama di non essere parte della casta.