Titolo

Le ritira o non le ritira?

8 commenti (espandi tutti)

Scusate, Giorgio si riferisce ad un commento (vedi sotto) che ho tolto perche' la riflessione si faceva lunga ed in mezz'ora faccio un post che e' piu' leggibile e mi permette di articolare meglio il pensiero.

La morale del caso Mastella sta tutta in questa affermazione di Berlusconi (sembra Maroni ne abbia fatto una simile):

Sul caso Mastella l'ex premier (che avrebbe dovuto prendere la parola
in aula ma ha rinunciato a causa di un ritardo) dice che "non mi
risulta nulla che possa essere indicato come un reato. È la vita
politica di tutti i giorni. È la normalità della politica: tutti in
parlamento dovremmo essere sotto processo se questo fosse reato".

Il problema è che ha ragione!

 

Questo ricorda un casino l'ultimo discorso di Craxi in parlamento, ricordate? Poi lui e' finito ad Hammamet.... ma non vedo purtroppo questo finale, ne' per Mastella ne' per Berlusca. Se questo e' quello che il magistrato di S.Maria Capua Vetere ha, mi par dura argomentare la concussione.

Per capire meglio la portata della tragedia per l'Italia, credo che sia opportuno vedere questa chicca, se non l'avete vista a Matrix ieri sera:

http://www.youtube.com/watch?v=cX8bYOzBdVM

Il protagonista e' un magistrato ha 44 anni di carriera. Di che esserne fieri come Italiani.

Non credo proprio che siamo in presenza di una nuova tangentopoli.

 

Per carità il personaggio è un po' grezzo, però questa tecnica di cercare di discreditare il magistrato alludendo ad una parentela con un amministratore, con la speranza di ricavarne una reazione emotiva mi pare giornalismo di bassa levatura. L'unica cosa che imparo da quel video è che il magistrato nonostante i 44 anni di carriera non sa comunicare con la stampa. Che sappia o meno fare il suo lavoro, ne so quanto prima.

 

Non ho capito se l'amministratore cui si riferisce il giornalista è coinvolto nell'inchiesta o meno.

Le cose sono due:
1) Se l'amministratore è coinvolto nell'inchiesta, anche se non con ruoli di primo piano, direi che la domanda ci sta eccome. Mi sembra il minimo che un giornalista chieda se il capo della Procura che indaga ha rapporti di parentela con uno degli indagati.

2) Se l'amministratore non è sfiorato dall'inchiesta direi che il giornalista è un demente.

http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFr...

Piu' che una accusa al procuratore, leggendo questo articolo della Stampa la frase di Mastella sembra un avvertimento... 

Il dubbio che dietro a questa manovra ci sia una sorta di faida di "famiglie" e' molto forte, ne parla esplicitamente il direttore di "Caserta C'e'" in questa intervista a Panorama:

http://blog.panorama.it/italia/2008/01/17/caserta-ce-online-sul-web-tutt...

in cui parla anche di curiose coincidenze non cosi' sfavorevoli al ministro, quali il ricovero di uno degli arrestandi due giorni prima dello scoppio del bubbone, di come sia stato cosi' ben scritto in cosi' poco tempo il discorso fatto dal ministro per annunciare le proprie dimissioni e la presenza di nugoli di giornalisti davanti a casa Mastella prima che la cosa diventasse pubblica.

Mi sbagliero' (magari fosse!), saro il solito sfascista, ma non credo ne uscira' nulla di sostanzioso da questa vicenda e da un magistrato con tanti anni di esperienza io mi aspetto una maggiore attenzione a non farsi fregare da dei giornalisti.

 

l'ultimo discorso di craxi era pero' drammatico. ero piccolino, magari non lo ricordo bene. mi pare lui invitasse tutti in parlamento a riconoscere 'cosi' fan tutti' e a denunciare l'esigenza di moralizzare quel sistema. qui berlsuca mi pare faccia solo la prima cosa..