Titolo

FG si sbaglia, ovvero: l'errore dei "liberali di sinistra"

1 commento (espandi tutti)

Io condivido in buona parte l'articolo. Sarebbe però da far precedere quasi ogni frase con "date le condizioni possibilli" e poi sviluppare la critica, se no si parla del sesso degli angeli. Allora la critica sarebbe inquadrata diversamente.

Lo dico a futura memoria anche per ciò che riguarda il prossimo governo di centro-destra. Lo sforzo dovrebbe essere quello di cercare di sviluppare e pubblicizzare dei consigli che inducano verso uno Stato più liberale, ma senza perdere di vista il vincolo "date le condizioni possibili". Tanto per non restare nel vago (e un pò a casaccio) cito: gli elettori del Centro Sud della CDL, che pure loro vivono di assistenza e clientela, gli interessi elettorali di AN e UDC, rivolti a pensionati e pubblico impiego, gli interessi di rappresentanza capillare della Lega in Comuni Provincie e Regioni, la necessità di avere non dico sostegno ma nemmeno contrapposizione feroce da parte di ABI, Confindustria, Sindacati e tutto l'ambaradan dei monopoli falso-privati.

Sennò è meglio stare decentemente zitti, perchè, almeno per ciò che mi riguarda, mi sono veramente insopportabili le lezioncine liberali dei maestrini USA de "noantri" con grado di applicabilità pari a zero alla realtà attuale Italiana.