Titolo

Horror Economics (II)

1 commento (espandi tutti)

Mi spiace per i dipendenti di Renzo, ma, ripeto, dovrebbero prendersela con chi aveva una visibilita' maggiore di loro e per decenni non ha fatto nulla, ossia nell'ordine: i politici italiani, i sindacalisti italiani e buona parte degli imprenditori italiani.

Giusto. ma non si può passare la vita da disoccupati che si lamentano e se la prendono coi politici/sindacalist/imprenditori italiani che hanno sbagliato. immagina che il 13 aprile tu vinca le elezioni e diventi premier: che fai in merito alla questione? la ignori dicendo che il free-trade è giusto e che chi sta male se la deve andare a prendere con i signori elencati sopra? la fomenti pensando che i figli dei tuoi figli vivranno in un mondo migliore? oppure aspetti la terza parte del post di Michele e inizi a discutere di possibili soluzioni?

se siamo tutti d'accordo che qualcuno ci perde, se siamo tutti d'accordo che qualcun altro ci perde per la vita non si può dire: prendetevela con chi ha sbagliato prima. questo è sacrosanto e lo condivido pure io, ma non basta.

Filippo:

A proposito: tutti i benefici che arrivano dall'outsourcing produttivo (tecnologico o meno) in oriente una misura come il reddito non le coglie (mentre va benissimo per catturare i costi). Il consumo però sì (scommetto che tutti i dipendenti di Renzo guardano la TV su LCD HDready preso in offerta all'esselunga e hanno il telefonino, anche se il loro reddito, almeno momentaneamente è 0). Secondo me, prima di chiedersi che fare, bisogna fare bene i conti

hai ragione. bisogna fare bene i conti. e non è così semplice. ma prima dei conti (che non credo riuscirò mai a fare... ahimè) faccio una riflessione. se le piccole imprese del nord-est iniziassero a fallire in massa e a licenziare gli operai non ci sarebbe nemmeno bisogno di fare i conti. milioni di operai 50enni impossibilitati a riqualificarsi sarebbero un costo sociale troppo grande nonché un rischio enorme di rivoluzione rossa! meglio fare qualcosa prima. è solo un opinione perché è vero, non ho fatto i conti.