Titolo

Interviste nFA: domande ai candidati del Nord America

1 commento (espandi tutti)

Mi e' arrivata una email dal movimento promotore del PD negli USA. Forse sapendo che lavoro per l'universita' ci tengono a esporre i punti del programma che riguarda "la riforma su R&D" 

Gli Atenei abbiano completa autonomia amministrativa e finanziaria Le borse di studio siano spendibili in qualsiasi universita' italiana ed estera I titoli di studio conseguiti all'estero siano riconosciuti dalle Universita' italiane Sia snellito l'iter burocratico per il rientro dei "cervelli" italiani Sia favorito il reclutamento di ricercatori stranieri nelle universita' italiane

Lasciamo stare per pieta' la storia dell'iter burocratico e delle borse. Mi piacerebbe leggere qualcosa di meno fumoso su, diciamo, almeno il punto uno che mi sembra il piu' ambizioso.

Inoltre scopro dal blog del PD negli usa linkato in quella email che l'altro ieri e' stata inaugurata la nuova sede, al 59esimo piano dell'empire state building. Vorrei sapere (per curiosita' mia) quanto costa, cosa se ne fanno e soprattutto quale forte messaggio di cambiamento una scelta del genere rappresenta secondo loro.