Titolo

Lettera aperta al PD (I)

3 commenti (espandi tutti)

Senti Giorgio, una domanda da non economista.

Una cosami frulla in mente da un po'. variare come viene applicata la tassazione.

Parto dal presupposto che i soldi lasciati in azienda servano per essere investiti.
In questo caso è così stupida l'idea di portare le tasse sui redditi dell'azienda a un livello bassissimo (10%?) per pagare i servizi che l'azienda usa (strade, infrastrutture ecc)  e poi tassare invece in capo al percettore gli eventuali utili distribuiti?
In fondo in azienda di tasse ne paghiamo già una montagna, tra i mille rivoli tipo tassa rifiuti (e in azienda di rifiuti non ne fai, certo non in proporzione a quanto paghi) ICI, concessione governativa e CCIAA, bolli auto, tasse sui consumi energetici. Per poi arrivare al risultato, in tasse, del lavoro e degli investimenti dell'azienda attraverso i suoi occupati.

In pratica penso ad una estremizzazione della detassazione degli utili reinvestiti.

Una ipotesi shock come questa in un paese come l'Italia, fatta di tantissime piccolissime attività sottocapitalizzate avrebbe nel medio termine secondo me effetti benefici.

Ma io non sono un economista e non vedo magari le controindicazioni.

In questo caso è così stupida l'idea di portare le tasse sui redditi
dell'azienda a un livello bassissimo (10%?) per pagare i servizi che
l'azienda usa (strade, infrastrutture ecc) e poi tassare invece in
capo al percettore gli eventuali utili distribuiti?

In Irlanda le hanno appunto portate piu' o meno a questi valori (tra il 10 e il 12.5%), e da allora il paese e' diventato il piu' ricco dell'EU dopo il Lussemburgo in termini di PIL per persona ($43,600 nel 2006)... Ma vallo a spiegare ai nostri governanti.

In questo caso è così stupida l'idea di portare le tasse sui redditi
dell'azienda a un livello bassissimo (10%?) per pagare i servizi che
l'azienda usa (strade, infrastrutture ecc) e poi tassare invece in
capo al percettore gli eventuali utili distribuiti?

Non e' un'idea per niente stupida, come rileva Enzo portando l'esempio dell'Irlanda, e come avrai visto dal post parallelo di Michele con la sua proposta di riforma delle imposte (ma vedo che Michele ti ha gia' risposto li').