Titolo

Lettera aperta al PD (I)

2 commenti (espandi tutti)

Inoltre non basta avere un alto numero di laureati, bisogna vedere la qualita' dell'istruzione e in cosa si laureano (lettere e filosofia? lingue? legge?).

Per questa informazione devi andare a pag. 59.

Poichè il diavolo come dice Michele è nei dettagli, la statistica nulla dice se i laureati a cui fa riferimento sono tutti indigeni o comprende anche i fuori sede.

Bisogna infatti tener conto che un buon numero di meridionali frequentano i vari politecnici, bocconi, luiss ecc., vero è che occorrerebbe sapere la loro incidenza sugli studenti delle singole università, ma qui i vari professori che leggono il blog potrebbero essere d'aiuto.

Grazie, Sabino! Mi sembra che la figura a p.59 confermi l'ipotesi che avanzavo: cioe' i laureati in materie tecnico-scientifiche sono di meno al Sud. Mi sembra di capire che i dati si riferiscono agli atenei dove le lauree sono ottenute (visto che i dati sono MIUR), quindi come dice tu si tratta di capire l'incidenza di studenti meridionali negli atenei del centro-nord. Occorre pero' anche vedere quanti di questi laureati poi tornano al Sud ovvero si fermano nel centro-nord (o vanno in amerika...).

C'e' un PhD student a EUI che sta facendo una tesi su questi flussi di studenti fra atenei, quali sono gli atenei che attraggono piu' studenti, da dove, come competono per attrarre studenti bravi, ecc. Se qualcuno ci legge da EUI, ditegli di contribuire alla discussione!