Titolo

La fila? No, grazie!

1 commento (espandi tutti)

Hai fatto benissimo a reagire come hai fatto, mi riconosco nella situazione raccontata che si replica in mille piccole occasioni quotidiane. Peggio ancora è il caso del sopruso connivente, quando ad esempio l'addetto allo sportello fa passare avanti l'amico, dissimulando l'atto con un "il signore ha solo chiesto un'informazione". Qui la violazione della regola sociale diventa qualcosa di più grave, e perfino in questi casi eclatanti, la reazione più comune dei presenti è l'accettazione silenziosa o un debole borbottìo di fastidio.

Non credo che la societa' italiana sapra' uscire da questo vicolo cieco
in cui si e' cacciata. Credo anzi ci siano anche dei margini di
peggioramento che governi e cittadini stanno esplorando.

Nel passato antico, uno stato come l'Italia attuale sarebbe già preda di espansionismi militari da parte di nazioni confinanti. Oggi che in nome della pace disarmata i confini non si valicano più, forse l'italiano è destinato ad una lenta estinzione darwiniana, sterminato (così , così , o magari così ) dal suo stesso disadattamento al vivere sociale?