Titolo

Le riforme della Gelmini: il solito dirigismo statalista

1 commento (espandi tutti)

Verificare empiricamente la validità delle proprie proposte? In Italia? Suvvia, non siamo ingenui.

Però si da il caso che delle ''school uniforms'' si sia parlato parecchio anche negli USA. Gli amerikani, si sa, sono degli ingenuotti poco sofisticati. Quindi, anziché discettare all'infinito sui principi filosofici e sulla connessione tra uniformi e meritocrazia, alcuni di loro si sono messi (pensate un po') a controllare empiricamente se tra uniformi e whatever esiste una qualche relazione. Lo possono fare perché (anche qui, che ingenui!) c'è una certa eterogeneità tra scuole, visto che la decisioni relative alle uniformi sono prese a livello locale.

Questo studio pubblicato nel Journal of Education Research del 1998 trova zero effetti sul comportamento (droghe et al.) e ''very
slight relationship between uniforms and standardized achievement scores'' (correlazione 0.05). Uno degli autori ha scritto un libro sul soggetto.  Questo è un riassunto dall'autore di un altro studio con risultati negativi sulle school uniforms.  Qui trovate un  riassunto e una guida alla letteratura.

Questo è un sito di un'organizzazione dei genitori che si oppone alle uniformi. Al di là dei contenuti, su cui si può essere o meno d'accordo, è importante osservare lo stile del dibattito. Si citano dati e studi, non le proprie opinioni su come son stressate le mamme al dover vestir bene i figlioli.

P.S. Non sono un esperto di ''school uniforms'' e nemmeno di politiche educative. Sapevo semplicemente che in Amerika si era discusso del tema è ho speso 10 minuti su Google, dove ho trovato tutte le references. È troppo pretendere che non il ministro, ma almeno un suo collaboratore faccia lo stesso?