Titolo

Ma c'è davvero un "effetto Brunetta"?

1 commento (espandi tutti)

Io riconosco alla contrattazione collettiva il merito storico di non avermi costretto a lavorare 14 ore al giorno per 6 giorni alla settimana: lo faccio diciamo "volontariamente".

Riconosco che questo merito storico sia stato nel tempo usurpato e portato all'eccesso in un sistema comunque dove l'impresa spesso ragiona ancora in termini feudali.

E' inutile IMHO dire che si dovrebbe estripare la contrattazione collettiva dal pubblico: nel privato in Italia la contrattazione singola non produce risultati validi se non in realta' piuttosto ristrette.

C'e' poco da fare: se non cambiano le teste di tutti, a tutti i livelli, la contrattazione collettiva fara' comunque da antitesi a una organizzazione aziendale incapace di produrre ricchezza in quanto tale.  

Sempre e solo IMHO.