Titolo

Ma c'è davvero un "effetto Brunetta"?

2 commenti (espandi tutti)

"I primi dati disponibili si riferiscono ai mesi di maggio, giugno e luglio 2007 e 2008 e
riguardano un campione significativo di amministrazioni centrali e locali. I risultati
testimoniano la grande risposta positiva che l’azione legislativa e di sensibilizzazione ha
indotto sui comportamenti dei dipendenti pubblici. Le assenze per malattia registrate nel
luglio 2008 si sono ridotte del 37,1 per cento rispetto a quelle del 2007. Tale variazione
rappresenta quasi il doppio di quanto rilevato nel mese di giugno (-22,4 per cento) e quasi
quattro volte la quella di maggio (-10,9 per cento)."

pag. 18 (20 per Acrobat) http://www.funzionepubblica.it/ministro/pdf/RelazioneAnnuale2007_Executi...

questo è tutto quello che c'è (volume II)

"Relativamente al mese di luglio sono state intervistate 70 amministrazioni che, in termini di
dipendenti, rappresentano il 22 per cento di tutto il settore della pubblica amministrazione.

I risultati relativi a luglio tengono conto dell’intervento del decreto legge 112/08 convertito in
legge 133/08 relativo alla nuova disciplina delle assenze per malattia del pubblico impiego e all’irrigidimento dei controlli e all’esclusione dalla corresponsione delle indennità o degli
emolumenti accessori nei primi dieci giorni di assenza e della Circolare del Ministro n.7/08 del 17
luglio 2008 che chiarisce l’applicazione della norma di cui al punto precedente e prevede visite
fiscali obbligatorie anche per un solo giorno di assenza dal lavoro per malattia."