Titolo

L’intervista di un genio

1 commento (espandi tutti)

 

La storia della Russia è una storia imperiale. All’impero dello zar ha fatto seguito il social-imperialismo dell’Urss e ora la Russia, tornata Russia, prosegue con altri mezzi, con il gas e con il petroliola sua eterna politica.

Spiegazione: Adesso ci sono le olimpiadi e per fare un dispetto ai cinesi ricordo il compagno Mao con la fregnaccia del social-imperialismo. Poi per far vedere che sono istruito, strizzo l'occhio a von Clausevitz, fa sempre fine. Poi siccome ho incontrato il Papa che usa questa parola (eterno) sia al maschile con la maiuscola, che al femminile con la minuscola, la uso pure io. Al femminile, beninteso, se no appare troppo pretenzioso.

Vuole una previsione?

 Io qui, a costo di passare per maleducato, l’avrei interrotto e detto garbatamente ma fermamente no.

Petrolio per petrolio, il quadrante strategico dell’impero si sposterà da Sud verso i fondali marini e i ghiacci in scioglimento del Nord.

Il nostro capitan Nemo: Ancora più a Sud: i fondali marini! e che ti ha fatto il Perito Moreno? Perché escluderlo? Anche lui non se la passa bene.

La storia prosegue, l’avventura umana è ancora imperfetta e la pace è ancora "in experimentum".

Dai Giulio perché copi senza citare. Forse il tuo addetto stava sotto l'ombrellone, piuttosto che andare a memoria é andato sul sicuro. Sullo stesso giornale che ti intervista due giorni fa il profetico Augé aveva detto, "l’avventura umana è ancora imperfetta non è riuscita a eliminare la violenza, la guerra; non conosce una pace mondiale, meno che mai l'armonia universale, che è rimasta nei libri di filosofia."