Titolo

L’intervista di un genio

2 commenti (espandi tutti)

 

Con lo stesso zelo con cui prima diceva che tutto il bene era nell’Urss, adesso dice che tutto il male è nel governo di Silvio Berlusconi. Il governo vara un piano casa? E’ un regalo ai costruttori. Il governo tassa i petrolieri? E’ un danno ai consumatori.

Nel 1967 Giulio, allora ventenne, coltivava interessi nazional popolari e non disdegnava il festival di Sanremo. E' di quell'anno la canzone che ne segnò irreversibilmente l'immaginario. Si parla, per i più giovani, dell'indimenticabile Pietre di Pieretti-Gianco, il cui sublime attacco é una vera e propria Weltanschauung che ha lasciato su Giulio indelebili e ben visibili tracce

Tu sei buono e ti tirano le pietre.
Sei cattivo e ti tirano le pietre.
Qualunque cosa fai, dovunque te ne vai,
sempre pietre in faccia prenderai.