Titolo

Il ministero del Turismo alla Farnesina

9 commenti (espandi tutti)

... anche il governo americano fa la sua figura meschina sulla vicenda, dimostrando ancora una volta la sua inettitudine in politica estera. Ma Condi non è una grande accademica esperta di affari sovietici? Possibile che nessuno sia riuscito a capire cosa frullava per il cervello ai georgiani e a prevenirlo avvertendoli che non c'era il capitale né la volontà politica per supportarli? Per fortuna, incrociando le dita, fra cinque mesi se ne vanno (parlo del governo americano, i russi dalla Georgia chi lo sa).

E gia che ci siamo, complimenti anche agli editorialisti del corriere che in 5 giorni riescono a passare da "Ma stavolta l'Europa c'e'. Ciò che sta accadendo in questi giorni fra Mosca, Tbilisi e
Parigi potrebbe essere ricordato come una bella pagina di politica
estera europea" (Sergio Romano, 13 Agosto), a "Se consideriamo freddamente i fatti dobbiamo ammettere
che, al contrario, l’Europa esce malissimo da questa crisi. Ha solo
mostrato una volta di più che essa non è neppure embrionalmente e,
continuando così, non diventerà mai, un’entità politica" (Angelo Panebianco, 18 Agosto).

 

Mi permetto di dissentire sulla figura degli stati uniti. Hanno ottenuto quello che volevano . Lo scudo missilistico in polonia . Cosa hanno raccontato alla Georgia non lo sapremo mai

Uno "scudo missilistico" fatto di dieci missili Patriot? Un po' a maglie larghe, temo...

non contano i missili ma i radar

Può essere, ma l'accordo tra Usa e Polonia prevede solo lo spostamento di una batteria di 10 Patriots attualmente stazionati in Germania. La base radar verrà costruita in Repubblica Ceca nel 2012, e anche se verosimilmente coprirà anche il suolo polacco, l'accordo di qualche giorno fa non c'entra nulla con la copertura radar. Ed è soprattutto una mossa simbolica, vista l'esiguità del dispositivo intercettatore.

nell' articolo che tu citi ci sono 2 frasi chiave the " United States and Poland signed a long-stalled agreement on Wednesday " e "As part of the deal, an American Patriot missile battery is to move from Germany to Poland,"

Diceva Andreotti a pensar male si fa peccato ma ci si piglia  sempre.

L'america voleva mettere il sistema alle porte di mosca ed ha sfruttato/creato la situazione per poterlo fare.

Se prima la polonia poteva porre delle condizioni agli stati uniti adesso è stata lei a correre urlando aiuto. 

Nessun dubbio circa il fatto che la crisi georgiana abbia precipitato gli eventi del negoziato polacco con gli Usa, per carità. Resta il fatto che Francia, Germania e UK restano perplesse sulla mossa, ritenendola una gratuita provocazione. E soprattutto una misura simbolica, visto che dieci Patriots servono davvero a poco. L'altra parte del deal non è la copertura radar, ma l'impiego di personale americano sul suolo polacco, btw. Tutti oneri che la Polonia non intende assumersi, peraltro, suscitando crescente malumore negli Stati Uniti.

Panebianco è uno di quelli che più spesso dimostrano di non capire niente (volontariamente o meno non so) e che sono più spesso bersagliati per le scemenze che dicono.

L'Europa come è ora viene vista, tra l'altro, come un ostacolo dal governo italiano (vogliamo parlare della bocciatura alla Gasparri e alle altre multe miliardarie - in euro - su rifiuti e ambiente che dovremo pagare?), pertanto va demonizzata anch'essa, deve perdere tutta la credibilità possibile (che poi abbia salvato l'Italia dal baratro è una cosa facilmente obliabile). Già si muovono i primi passi: una legge elettorale europea ispirata al porcellum favorirebbe enormemente Forza Italia, perché, in caso di preferenze e visto che ora sono in un unico partito, AN avrebbe vantaggio nello sfruttare le forti radici sul territorio (radici che FI non ha a causa della sua vocazione fortemente verticistica). Ne ho parlato estesamente qui e un articolo di El Paìs fa notare quanto si stia espandendo l'aura di Berlusconi sull'Europa (e anche fuori: il partito di Putin ha appena formato una holding di media).

Tornando in topic, però, va detto che la Russia non ha mai perso l'allenamento alla guerra fredda, a differenza di USA e UE, che si sono specializzate su altri fronti. Insomma, mentre la Russia attacca con il linguaggio dei decenni addietro, il mondo occidentale non riesce a rispondere che timidamente.

 

Già si muovono i primi passi: una legge elettorale europea ispirata al
porcellum favorirebbe enormemente Forza Italia, perché, in caso di
preferenze e visto che ora sono in un unico partito, AN avrebbe
vantaggio nello sfruttare le forti radici sul territorio (radici che FI
non ha a causa della sua vocazione fortemente verticistica)

Pur essendo sostanzialmente corretto quanto scrivi (anche se va aggiunto che FI ha recuperato molti vecchi arnesi DC e PSI campioni delle preferenze e non e' interamente indifesa su quel fronte) e' eufemistico collegare le preferenze solo al radicamento territoriale, in realta' preferenze significano principalmente ex signori delle tessere abili nel gestire vaste clientele elettorali per mezzo di segreterie politiche che fungono da agenzia di collocamento permanente e privata su posti statali, con un impegno personale molto intenso sul territorio a livello di contatti personali, correlato ad elevato assenteismo nei lavori parlamentari. Per quanto mi riguarda, approvo ogni cambiamento che va nella direzione di diminuire o abolire il voto di preferenza, che in Italia conduce a prassi peggiori alle gia' pessime pratiche interne di partito che determinano i candidati.