Titolo

Spesa pubblica e tributi pagati nelle Regioni d'Italia

4 commenti (espandi tutti)

Impressionante, grazie mille. Non avevo assolutamente di quanto la mia regione (la Campania) riuscisse a sperperare, anche perchè il bilnacio della Regione Campania non è comparato sul sito ufficiale della Regione stessa.

Mi pongo solo una domanda: ma questa valanga di soldi dove è inghiottita ? perchè io da cittadino non ne vedo assolutamente i benefici, anzi...

Da meridionale dico solo: ben venga il federalismo fiscale, così un pò di nodi verranno al pettine anche qua, e ci sarà da divertirsi.

Il primo che dice: così imparate a votare Bassolino non vince nulla, perchè gli altri (e li conosco bene) non sono meglio, anzi. Ci mandate Calderoli ?

Il primo che dice: così imparate a votare Bassolino non vince nulla, perchè gli altri (e li conosco bene) non sono meglio, anzi.

Non credo ci siano dubbi in merito alla pochezza (e disonestà) generale della classe politica italiana - ed in particolare meridionale - ma il problema rimane quello che anche tu evidenzi: se non si fa in modo che ciascun amministratore pubblico risponda dei suoi sprechi all'elettorato specifico, senza potersi attaccare alla mammella romana, non ne verremo mai fuori.

Certo che Bassolino ......... :-)

 

Ci mandate Calderoli ?

Volentieri, ma niente cambi mi raccomando .....

Bassolino (quello attuale) è l'esatto epigono di una classe politica che ha avuto la fortuna di annoverare fra gli altri: Gava (padre e figlio), Scotti, Cirino Pomicino, De Mita, De Lorenzo, socialisti vari di cui ho anche dimenticato il nome, insomma fior di politici.

Se ci mandate Calderoli noi vi potremmo dare: una Iervolino, un Bocchino (Italo...), e l'immarcescibile Mastella, dovunque lo mettiate riuscirà a far qualcosa. Ci state ?

Se ci mandate Calderoli noi vi potremmo dare: una Iervolino, un
Bocchino (Italo...), e l'immarcescibile Mastella, dovunque lo mettiate
riuscirà a far qualcosa. Ci state ?

Mi ricorda Beppe Grillo che proponeva di far collassare l'economia cinese inviando la' i segretari di CGIL, CISL e UIL..

Io comunque credo che al Sud non ci sia alcun bisogno di importare persone intelligenti, e credo anche che nessuna importazione di classe dirigente puo' essere risolutiva, c'e' invece disperato bisogno di costruire una societa' ed un sistema di incentivi che premi chi produce e chi spende efficientemente il denaro pubblico, e punisca chi vive da parassita o fuori dalla legge e chi spreca il denaro pubblico. Nel contesto dello Stato italiano centralista invece esistono mostruosi incentivi al parassitismo e allo spreco, particolarmente in tutte le Regioni piu' povere della media, per cui a questi obiettivi si sono specializzate le elites del Sud. Va detto comunque che anche esse hanno contribuito a creare il meccanismi infernali del Belpaese con le proprie attitudini culturali tradizionali, che corrispondono a quelle dei possidenti assenteisti del Regno delle Due Sicilie.