Titolo

La violenza è sempre "spiacevole"

1 commento (espandi tutti)

Ho letto l'articolo, e in generale avendo un paio di amici ex ultrà con cui ho discusso ieri sono alcune delle giustificazioni che hanno addotto pure loro (che sono dell'Hellas ma pare che ormai la solidarietà tra ultrà contro celerini e lega calcio sia piu' forte persino dell'odio tra Verona e Napoli, roba che me lo avessero detto negli anni '80 non ci avrei mai creduto). La storia del treno in particolare mi pare folle (e non è la prima volta che la sento), in pratica siccome c'è la partita a Roma Trenitalia dovrebbe sua sponte organizzare treni speciali. Essendo rimasto ad Imola diverse notti ad aspettare treni per tornare a casa dopo l'Heineken Festival la cosa mi farebbe sorridere; sorrido meno quando penso che per le tifoserie ORGANIZZATE dovrebbe essere più facile contattare Trenitalia per ORGANIZZARE una trasferta, lo scopo dovrebbe essere quello, più che fungere da picchiatori per le società (succede succede) o lucrare sui biglietti gratis e altri omaggi delle società (chissà perché la tifoseria della Lazio criticò per piu' di un anno Lotito...). Le ragioni che imponevano di andare in treno sono ridicole - bastava organizzare dei pullman, soprattutto considerando che il 31 era giorno di rientro ed era facile che i treni fossero già pieni - così come la storia dei biglietti del treno pagati - 700 col biglietto cumulativo!? (che mi sa di panzana, nelle gita della scuola le fs ce ne facevano fare uno per classe). Non metto la mano sul fuoco sul fatto che la disorganizzazione non sia stata voluta per vietare qualche mese di trasferte ai tifosi del Napoli, che sono tra quelli piu' difficili da gestire, ma come hanno concluso i miei amici veronesi, anche se il viminale l'avesse fatto di proposito fessi loro a caderci con tutte le scarpe.