Titolo

La violenza è sempre "spiacevole"

1 commento (espandi tutti)

Pur essendo stato Carabiniere la tua domanda era (ed è) la mia.Non credo sia un problema di normative, i soggetti pericolosi (vandali, ubriachi molesti) venivano portati in caserma, il discorso cambiava nel caso delle tifoserie.

Il perchè non lo mai capito.Sicuramente non c'è la volonta di andare a fondo ma non so se per scelte politiche, per comodità o una combinazione delle cose.

Per comodità intendo dire che, reprimere situazioni del genere, non è semplice, comporta rischi e responsabilità.Se non sei supportato dall'alto (superiori, magistratura,ecc..)...chi te lo fa fare?Nel mio piccolo ho vari ricordi di magistrati ed ufficiali che ti invitano ad essere più flessibile, senza parlare di servizi del tg3 che mostravano l'intervista ai poveri familiari di una banda di rapitori e parlavano della loro barbara uccisione da parte di alcuni miei colleghi più anziani che avevano avuto la sfrontatezza di non farsi ammazzare e di sventare un rapimento.

Per quanto riguarda il tuo link, io ho svolto il servizio in una piccola città di provincia del nord realta molto diversa.Comunque  non mi stupirei più di tanto.

Il problema è anche la scarsa preparazione e professionalità delle forze dell'ordine, sto generalizzando, chiaramente, ma la mancanza di meritocrazia ed l'assunzione tramite raccomandazioni, che affligge altri settori dello stato italiano e presente anche nelle forze di polizia:

un mio amico, anche lui ausiliario, era stato assegnato ad una caserma del Friuli dove li preparavano specificamente per situazioni come stadi, manifestazioni pubbliche, ecc.Alla mia domanda: "cosa fate di preciso?" la risposta è stata "ci mettono in palestra divisi in due gruppi è ci pestiamo tutto il pomeriggio".Spero tanto stesse semplificando.

Comunque il pesce puzza dalla testa, dopo l'omicidio Raciti la mossa fondamentale per evitare il ripetersi di simili eventi è stata l'introduzione dei tornelli !