Titolo

La violenza è sempre "spiacevole"

6 commenti (espandi tutti)

di scemenze romane impazza, come al solito. Le perle del giorno:

- il partito di coloro che fecero l'indulto e che hanno proposto ed approvato ogni singola variante perdonista-buonista del codice penale, urla a squarciagola che ci vuole la mano dura ed i delinquenti dovrebbero rimanere in galera;

- il ministro degli interni della lega invece di perseguire gli autori dei reati e licenziare in tronco i propri incompetenti funzionari (a cominciare dall'imbarazzante questore che ha motivato questo post) decide di recintare tutti i tifosi napoletani, scatenando l'applauso idiota dei tifosi del Varese o di cianfrusaglia equivalente;

- il capocosca dell'altra lega prende atto del tutto invitando, con la saggezza propria della terra che lo nutrì, ad annegare il bambino nell'acqua sporca, o qualcosa del genere.

Mancano all'appello, per il momento, il cioccolatino valdese ed il pastore tedesco i quali non hanno avuto ancora tempo di dichiarare che la colpa di tutto ce l'hanno il consumismo capitalista e la società secolarizzata che ha perso il suo dio (Maradona suppongo, trattandosi di Napoli). Il secondo, peraltro, compensa confermandoci l'antico e subdolo sospetto sulla causa di tante corbellerie profferite da lui e dai suoi seguaci. Il primo è stato comunque qui anticipato dal futuro ricercatore antropologico di stato.

Nel frattempo il gestore di questo circo di funamboli, animali e pagliacci sigla interessanti accordi internazionali con uno dei pochi capi di stato del mondo che riesce ad essere simultaneamente più vanaglorioso, ridicolo e furfante di lui. Così facendo prova d'essere il degno allievo non solo del ladro Craxi ma anche del mafioso Andreotti (a sua volta allievo del padre della patria pentito Moro Aldo) dai quali ha appreso come conducono la loro politica estera i fedeli alleati italiani dell'occidente libero.

Mentre tutto questo accade, la crème de la crème dell'intellighenzia italiana ciarla, amena, sopra quistioni di capitale importanza.

Va tutto bene, madama la marchesa.

P.S. L'esercito con i suoi cannoni, bazooka e commandos della Folgore, alla stazione di Napoli non c'era o non ha fatto in tempo ad arrivare perché bloccato nel traffico cittadino?

Ricordando il vecchio Alighiero Noschese in uno dei suoi episodi più riusciti, propongo un giro di sedie, con lo scopo di vedere - alla Jannacci - l'effetto che fa .........

Alla Lega pedatoria vada lo "schnauzer dall'encefalogramma piatto", che c'è bisogno di moralizzare l'ambiente.

Il questore di Napoli, che ha dato prova di tanta capacità d'analisi ed esemplare decisionismo, sarebbe un magnifico premier.

L'immarcescibile Tonino da Bari, al posto dell'attuale responsabile dell'ordine pubblico partenopeo, eviterebbe di penalizzare i poveri tifosi eruttati - incolpevoli - dal Vesuvio.

E sullo scranno di Pietro?

Il Berlusca, of course: è il suo sogno segreto ..... :-)

L'esercito con i suoi cannoni, bazooka e commandos della Folgore, alla
stazione di Napoli non c'era o non ha fatto in tempo ad arrivare perché
bloccato nel traffico cittadino?

Boldrin, è sempre un onore riuscire a elaborare qualche pensiero che vada al di là del tuo bossiano "uccidiamoli tutti". 
Però sono d'accordo con te e te lo dimostro:
uccidiamoli tutti col bazooka
uccidiamoli tutti con i commandos
uccidiamoli tutti con l'esercito
uccidiamoli tutti con i cannoni
uccidiamoli tutti con i blindati
uccidiamoli tutti con la bomba atomica sopra napoli
uccidiamoli tutti facendo esplodere il vesuvio

Re: Il balletto

luigi 3/9/2008 - 10:51

@la società secolarizzata che ha perso il suo dio (Maradona suppongo, trattandosi di Napoli)@

la battuta non e' tanto una battuta. Da osservatore esterno, l'ultimo Maradona lo vedevo allo stadio con mia mamma e mia zia. Dopo di allora, dagli anni della crisi in poi, il tifo a Napoli e' degenerato. 

 

Riprendendo le considerazioni di Giorgio sopra, io credo che la situazione calcio non sia solo una manifestazione del clima di illegalita' diffusa nel paese nostro. In Italia, per qualche motivo,  questo si da studiare
"sociologicamente", lo stadio e' considerato il luogo dove tutto si puo'. Non si va al cinema e si fa la pipi' nel lavandino o per terra. Allo stadio la pipi' si fa ovunque tranne che nel gabinetto. Non si va a teatro e si strappano i sediolini se la performance del protagonista non ci e' piaciuta, allo stadio il sediolino si brucia. Non si va a un concerto e si fa esplodere una bomba carta al secondo encore di Springsteen, il gol di Hamsik invece  ne vale almeno due di bombe carta. Il perche' di tutto questo mi sfugge.  

P.S. L'esercito con i suoi cannoni, bazooka e commandos della Folgore,
alla stazione di Napoli non c'era o non ha fatto in tempo ad arrivare
perché bloccato nel traffico cittadino?

Ho girato tutta Napoli la settimana scorsa, e gli unici militari che ho visto erano due soldati e una soldatessa davanti al Museo (nella zona più tranquilla del centro). Sono entrati in azione solo quando gli ho scattato una foto, per dirmi che non si poteva fotografare la loro camionetta (chissà perché).

Sembra che Silvio si sia "seccato", che qualcosa si stia muovendo