Titolo

Il mago e il nazista

2 commenti (espandi tutti)

Questo signore, che durante il nazismo fornì generose giustificazioni teoriche al totalitarismo, dopo la disastrosa conclusione della seconda guerra mondiale invitò i suoi colleghi a tacere sugli errori commessi dalla Germania nei dodici terribili anni precedenti.

Non è proprio così. Carl Schmitt non invitò i giuristi a tacere sugli errori della Germania, ma facendo (relativa) autocritica, affermò che i giuristi non avevano la forza e dignità morale per parlare, dato che avevano taciuto sotto Hitler.

Allo stesso modo GT ritiene che gli economisti non abbiano dignità morale a criticare le sue politiche economiche, dato che hanno "sbagliato" tutto

 

Ma Carl Schmitt era un giurista. Il suo appello alla dignita' morale dei giuristi ha senso per questo. GT non si considera un economista (ne' e' considerato tale)