Titolo

Il mago e il nazista

2 commenti (espandi tutti)

Il problema è che buona parte delle PMI italiane, per una lunga ed estenuante serie di motivi, hanno rating bassi (E,D,C)

nella lunga ed estenuante serie di motivi sbaglio se dico che anche il sistema bancario ha un suo ruolo? se non mi sbaglio: tale ruolo è completamente legato agli altri motivi o anche, ceteris paribus, qualcosa al sistema bancario può essere chiesto (preteso)?

Il problema è che buona parte delle PMI italiane, per una lunga ed estenuante serie di motivi, hanno rating bassi (E,D,C)

nella lunga ed estenuante serie di motivi sbaglio se dico che anche il sistema bancario ha un suo ruolo? se non mi sbaglio: tale ruolo è completamente legato agli altri motivi o anche, ceteris paribus, qualcosa al sistema bancario può essere chiesto (preteso)?

Quello che si puo' pretendere dalle banche e' prima di una crisi che il rischio non venga sottovalutato con la scusa che tanto se le cose vanno male poi paga Pantalone. Qui mi pare che Tremonti stia invece facendo pressioni affiche' le banche, dopo la crisi, si assumano parte del rischio d'impresa: questa e' una cosa ben diversa, e secondo me inaccettabile.

Nota. Personalmente ho su questo posizioni anche piu' intransigenti: il capitale di rischio dovrebbe essere ottenuto tramite emissione di azioni, non di debito, neppure in forma di obbligazioni private. La sostituzione di debt for equity, particolarmente negli Stati Uniti, e' stata per lo piu' determinata da distorsioni di natura fiscale (detassazione degli interessi sul debito ma non dei profitti distribuiti come dividendi, il che rende il debito maggiormente tax-efficient) che andrebbero eliminate: o eliminando la tassazione a livello corporate, o introducendo un "imputation system" che tratti le tasse pagate dall'azienda come crediti d'imposta per l'azionista.