Titolo

Le case tassate

2 commenti (espandi tutti)

Ho tre osservazioni da fare:

  1. Se il numero di notai è una buona proxy del volume di affari, non lo è rispetto al numero di transazioni effettuate, a meno che i prezzi siano uniformi sul territorio: se non sbaglio questa condizione è lungi dall'essere ver, con prezzi molto più alti in zone particolari (località turistiche, centri storici) e grosse differenze tra varie regioni.
  2. Visto che la media di imponibile per controllo sfiora il milione di Euro, direi che si sono concentrati su immobili commerciali, capannoni, villaggi turistici e palazzi, non certo su singole abitazioni.
  3. La logica di concentrare i controlli dove rendono di più non fa una piega sul piano del gettito, ma è piuttosto iniqua dal punto di vista delle vittime. Credo che distribuirli in base alla probabilità di successo sarebbe un buon compromesso tra equità ed efficacia.

P.S. credo che i valori di Val d'Aosta, Molise e Basilicata  non dicano nulla, vista l'esiguità del campione.

a meno che i prezzi siano uniformi sul territorio: se non sbaglio questa condizione è lungi dall'essere ver, con prezzi molto più alti in zone particolari (località turistiche, centri storici) e grosse differenze tra varie regioni

E' naturale che i prezzi non siano uniformi sul territorio e ci siano picchi legati a zone particolari, ma zone di pregio o particolarmente appetibili dal punto di vista turistico ci sono indifferentemente in tutte le regioni, anche quelle economicamente più depresse, pensa per esempio a Capri, alla Costiera Amalfitana o alla Costa Smeralda, così come, d'altra parte esistono zone meno ricercate anche nelle regioni ricche, pensa alla periferia industriale di una città del nord o ad alcune aree degradate post-industriali. Comunque per la determinazione del numero delle sedi notarili viene tenuto presente sia il valore che il numero delle transazioni

Visto che la media di imponibile per controllo sfiora il milione di Euro, direi che si sono concentrati su immobili commerciali, capannoni, villaggi turistici e palazzi, non certo su singole abitazioni.

La notizia che ho commentato riguarda le nuove costruzioni di tipo residenziale, quindi appartamenti per uso abitativo. Il valore degli accertamenti non attiene alla singola compravendita, ma alla verifica sul singolo costruttore e quindi l'insieme delle vendite da lui effettuate. Per darti un'idea, ad un mio cliente hanno contrallato quasi sessanta vendite, ad un altro circa ottanta, effettuate negli ultimi tre anni.