Titolo

Le case tassate

2 commenti (espandi tutti)

Le case tassate

stefano 30/9/2008 - 16:52

mi sembra che ci sia un dato che nessuno contesta:

in qualsiasi regione italiana, un controllo della guardia di finanza a un costruttore, comporta una entrata (teorica) per lo stato di circa 1 milione du euro.

E' vero che lo stato probabilmente incasserà una parte esigua dell'imposta evasa, ma è altrettanto vero che costringere i costruttori a dichiarare il vero valore della transazione, comporta che anche il costruttore sarà costretto a evitare il nero con i suoi sub appaltanti, i quali a loro volta saranno costretti a pagare in regola con lo stato i loro lavoratori e compreranno i materiali con una fattura di acquisto.

Secondo me c'è un moltiplicatore o effetto leva nei controlli su società immobiliari

Commento assolutamente condivisibile: non è un caso del resto che il precedente governo aveva dato una stretta fiscale all'edilizia ed ai costruttori in particolare.

Tieni conto che quella del nero in edilizia è una vera e propria catena, che inizia con l'area da acquistare, per la quale i venditori non vogliono pagare imposte dirette e quindi spingono per dichiarare un prezzo inferiore,  passa poi ai muratori, dato che molti trovano assolutamente normale lavorare totalmente in nero o comunque sottofatturare e "vanno in crisi" se il costruttore pretende una fattura piena ed arriva poi agli acquirenti, che spingono per evitare l'IVA.