Titolo

Guida al panico del 2008 (I): la letteratura accademica.

1 commento (espandi tutti)

Nel paese dove la depenalizzazione del falso in bilancio passa fra la generale indifferenza del pubblico

Il pubblico italiano non ha alcuna sensibilita' per le regole di mercato, per la sua grande maggioranza, tuttavia il falso in bilancio non e' stato depenalizzato, questa affermazione e' uno slogan politico. Il reato di falso in bilancio e' ancora previsto dall'art. 2621 del codice civile e prevede la galera. La "riforma" approvata in parlamento prevede solo riduzione della pena massima, non punibilita' per alterazioni entro il 5%, persecuzione solo su querela di parte in caso di societa' non quotate.  Si tratta di una cattiva riforma (pene troppo lievi e margini di non punibilita' troppo ampi in rapporto al danno al mercato e alla fiducia pubblica del reato) ma anche gli articoli preesistenti erano mal scritti. Se si vuole essere piu' accurati si puo' parlare di parziale depenalizzazione o meglio di riforma discutibile del codice civile in materia di falso in bilancio.