Titolo

Una chiappa ciascuno

1 commento (espandi tutti)

Sandro: il discorso dello sbarramento lo capisco, il che rende comprensibile perchè Di Pietro resti alleato, seppur obtorto collo, con Veltroni.

In effetti non mi ero ricordato dello sbarramento, e dunque mi chiedevo il perchè della fedeltà di Di Pietro non certo per fare la verginella, :-).

Sul fatto che la politica giano bifronte possa servire a succhiare voti, ancora: hai ragione. Due target diversi, stessa fabbrica ma due nomi diversi, un pò come la coca cola senza zucchero: sempre la stessa, ma per le signorine schizzinose si chiama light e in lattina ha tinte pastello e linee sinuose; per i ragazzini si chiama zero e la lattina è tutta nera e macha. Ok Ok.

Non vorrei però, che alla fine della fiera ci ritrovassimo con Di Pietro che fa per 5 anni quello che faceva Bertinotti, parlando di economia, solo spostando il focus  sulla legalità: il pungolo; l'ala sinistra, il naturale completamento di un settore elettorale che non andrebbe sprecato e così via...e poi arrivati al governo litigano su tutto.

Quindi: se per loro è razionale che stiano insieme per dividersi luci e affitto della coabitazione all'opposizione, per gli elettori sarebbe meglio che si mollassero e andassero a cercarsi una nuova vita altrove...non so come ma mi sembra che tutte queste tattiche razionali sulla politica dei due forni abbiano già prodotto abbastanza disastri, almeno alla sinistra.

Cmque, dal punto di vista analitico, le cose sono come dite voi, il punto è se non sia rischioso fare di nuovo gli stessi errori di sempre.