Titolo

Una chiappa ciascuno

2 commenti (espandi tutti)

Grandissimo BS, è riuscito in un sol colpo a superare se stesso.

Quest'uomo ha dell'incredibile, soprattutto perché (contrariamente a quello che molti pensano) è sincero. Credo di poterlo affermare con cognizione di causa: anche io tendo a dire spesso, o quasi sempre, quello che penso ed ho da anni la sensazione che BS faccia lo stesso (quando è ora di fare affari e vincere le elezioni (che per lui son la stessa cosa) mente, ma in quei casi è "necessario", si sa ...). Però, quando parla dei suoi valori, della visione che ha del progresso e della storia, degli uomini che valgono e di quelli che non valgono, delle donne, insomma della "vita", dice ciò che pensa.

Lui è DAVVERO uno che dà un'enorme importanza all'essere "abbronzato" costantemente, perché nel suo mondo di buzzurri milanesi "fa fico" esserlo; quindi davvero invidia la Campbell ed Obama per il tono della loro pelle. Gli sembra che questo li renda più "jet set" di lui, che ha lavorato per decenni con l'obiettivo d'essere il più fico della discoteca, e continua ad essere piccoletto, calvo, con la pancia, con la pella bianchiccia, insomma 'na sfiga mostruosa, mentre quei due son dei "fichi" nati.

Lui è convinto DAVVERO che Gianni Letta sia un grande uomo di stato. Gli ha risolto sempre tutti i problemi, è mellifluo, morbido, si adatta a tutto, si infila ovunque, ha sempre i trucchi pronti, mente senza battere ciglio, si accompagna a chiunque per stare al potere: un vero statista per un personaggio come il BS.

Lui è davvero CONVINTO che la DC di Rumor, Lima, Andreotti e Forlani ed il PSI di Craxi, De Michelis e Mancini abbiano portato in Italia il benessere. Di certo l'han portato a quelli come lui, la qual cosa gli risulta sufficiente. Li ammira davvero, infatti li imita nei limiti del possibile.

È sincero BS, dice quel che pensa. Lui la faccia come il ... ce l'ha di natura, spontanea. Non deve sforzarsi. Non è per caso che egli era, è e per sempre sarà l'uomo BS, degno erede dell'unico altro che nella storia d'Italia riuscì, forse, a superarlo.

A proposito di buzzurri e magnaccioni.

Ieri ho visto in diretta questa scena, sull'assessore regionale del PD, con delega ai rifiuti, che in maniera ruspante rivendica l'amicizia proprio con il soggetto privato che praticamente gestisce tutti i rifiuti della città di Roma, Ciampino e Fiumicino... e che dovrebbe essere oggetto del controllo da parte del vernacolare assessore. 

Poniamo anche che tutto la ricostruzione di Report sia falsa, ma uno si chiede com'è che certi personaggi superino il filtro della selezione del partito e delle elezioni. Passi pure che certi ottuagenari facce di bronzo, i nostri partiti li prendano facendo pesca a strascico a Riace, ma almeno gli scarponi, perchè non li buttano a mare?

E poi. Un governante può essere rozzo e volgare, ma onesto e competente. E passi.

Può essere rozzo, volgare, incompetente ma onesto. Passi, in fondo è stato eletto.

Ma può un governante essere rozzo, volgare incompetente e anche disonesto? E può la cosa passare? Ma davvero il personaggio non era noto ai suoi compagni (letteralmete cum panis, cioè co-mangiatori) di partito?

Una nota sociologica. La sinistra si è completamente vanzinizzata (vedi qui una parodia di cosa sono i film vanzina), sono anche loro di una cafoneria unica...una volgarità talvolta può essere "nobile", se motivata dalla sdegno di vedere le cose diverse da come dovrebbero essere...ma la cafoneria esibita da questo burino non è sdegno, è proprio crasso compiacimento della vicinanza al potere economico; gioioso avvoltolarsi nel fango di un sedicente realismo politico che non è analitica descrizione dei fatti, ma distorsione di questi al fine di aumentare il proprio potere e giustificare la propria impresentabilità, che lui stesso esibisce solo a telecamere spente.