Titolo

Una chiappa ciascuno

2 commenti (espandi tutti)

Milton Friedman si sarebbe incazzato; chi ha dato il diritto a scaroni di tassare i suoi azionisti? La finalità è estranea al mandato, e scaroni non è stato eletto democraticamente per poter decidere quale spesa pubblica è buona e quale no. La collettività che costo dovrà pagare per la benevolenza arbitraria di scaroni, in termini di maggiori bollette future?

Almeno per le cose che possiamo vedere noi, qualcosa in cambio Eni ed Enel lo hanno già avuto: il primo ministro che invita a comprare i loro titoli. Suppongo poi ci potrà essere altro, più sotto il radar.

Visto che stiamo parlando di scambi alla romana, fatemi osservare come le tariffe autostradali sembra verranno aumentate (pur con una sospensione di 4 mesi ''da recuperare poi in futuro''; chissà come ragionano questi), mentre per le altre tariffe amministrate si parla di blocco tout court. Provvedimenti finali non se ne sono ancora presi, ma secondo me la cosa va tenuta sotto controllo. Tanto per cominciare riporto il seguente pezzo da un'intervista di Gilberto Benetton del 30 luglio sul Sole 24 ore

[Il Sole] Adesso parliamo
di Alitalia. I maligni sostengono che la vostra disponibilità a
partecipare alla cordata di imprenditori italiani del piano-Intesa sia
arrivata solo dopo che il Governo ha approvato la nuova convenzione
tariffaria per Autostrade: insomma, è un do ut des?

[Benetton] È assolutamente falso. Che sia ben chiaro: non c'è alcun nesso tra il dossier Alitalia e la convenzione di Autostrade. 

 

Guarda un po' i maligni cosa vanno a pensare.