Titolo

Una chiappa ciascuno

4 commenti (espandi tutti)

Devo dire che l'editoriale di Della Loggia aveva lasciato perplesso anche me. Questo passaggio è supercazzola allo stato puro, roba che nemmeno Tognazzi ai tempi d'oro:

"Gli atti illegali commessi da esponenti politici devono sì cadere senza remore sotto la più rigorosa sanzione della legge, e cioè essere individualmente perseguiti e puniti, ma che questi atti, nel caso in cui indicano l'esistenza di un fenomeno di massa, costituiscono altresì un problema eminentemente politico che va risolto politicamente, partendo dai problemi concreti".

Cioè, un atto illegale per Della Loggia è un problema politico?

la corruzione in italia è fisiologica, non patologica. normale quindi allargare l'analisi al politico ed al sociale. a meno di non voler intervenire solo attraverso i magistrati. non funziona. mettiti il cuore in pace. non ha funzionanto nemmeno a tangentopoli quando le tv dell'attuale presidente del consiglio bombardavano i tangentari appoggiando il pool di milano - scopo entrata in politica del padrone.
la cosa è venuta così bene che oggi non c'è nessun motivo di distruggere l'attuale sistema politico perchè, per il padrone, significherebbe tagliarsi da solo i coglioni. ovviamente anche questa volta il presidente della repubblica si dimostra, come si dice, unfit.

L'Italia sta facendo il passo del gambero da moltissimi punti di vista.

Se la classe dirigente è incapace di fare autocritica, e allergica agli esami di coscienza, trovo che sia una pia illusione affidarsi alle analisi sociali o politiche - questo paese avrebbe bisogno non di una, ma di mille Mani Pulite.

Il cuore, per il resto, me lo sono in parte messo in pace anni fa, quando sono andato ad abitare in Belgio.

il problema vero è: se il Corriere è quello che sappiamo, perchè la gente si ostina a leggerlo sperando di trovarvi chissà che?