Titolo

La produttività scientifica dell'Italia

4 commenti (espandi tutti)

Buongiorno, volevo chiedere una cosa, prettamente in riferimento alla ricerca in economia: ma la qualita' della produzione scientifica e' determinata solo dalle citazioni, o anche dal, diciamo, "ranking" della rivista dove l'articolo e' pubblicato? Se la risposta e' si, quale e' il peso dell'istituto di affiliazione, ossia, a parita' di qualita' dell'articolo, come varia la mia probabilita' che venga pubblicato nell'American Economic Review se lavoro al MIT o all'Universita' del Sannio?

Grazie mille, Alessandro.

Quale e' il peso dell'istituto di affiliazione, ossia, a parita' di
qualita' dell'articolo, come varia la mia probabilita' che venga
pubblicato nell'American Economic Review se lavoro al MIT o
all'Universita' del Sannio?

Credo che effetti di questo genere siano conosciuti e anche studiati, ma non sono esperto della materia. Sbirciando un articolo sull'argomento "ranking" ho visto che un punto importante e' valutare la qualita' le riviste non in base alla loro storia passata ma alle citazioni che ricevono nel medesimo periodo nel quale si vogliono confrontare le istituzioni universitarie.  Se si classificano le riviste in base alle citazioni raccolte in periodi precedenti, si favoriscono i paesi dove erano edite (tipicamente gli USA).  Se invece le riviste sono valutate nello stesso periodo di riferimento, la classifica appare essere piu' bilanciata tra USA, Europa ed Asia, eliminando almeno in parte lo svantaggio dei paesi scientificamente emergenti.  Cio' significa che se un paese o una regione fanno buona ricerca e pubblicano, cio' influisce sulla qualita' misurabile delle riviste, rafforzando le riviste che danno loro spazio, e in definitiva consentendo a tutte le regioni scientificamente produttive di emergere, a patto di fare le classifiche con alcuni accorgimenti per ridurre i vantaggi del passato.

credo ci sia una incomprensione di fondo: io credo che stia chiedendo quanto incide l'affiliazione dell'autore a un istituto di ricerca importante (il MIT) per il buon fine della pubblicazione su una rivista importante (AER). In teoria 0...cioè se un buon articolo che ha come autore un ricercatore dell'università del Sannio è inviato ad American Economic Review ha la stessa probabilità di essere pubblicato di un articolo altrettanto buono ma con autore un ricercatore del MIT...no?

Ovviamente sono effetti difficili da distinguere dalla qualita' dei docenti, anch'essa migliore della media, almeno in teoria. Sul JPE di qualche anno fa c'erano due articoli interessanti sulla cosa, che trovavano un "institutional effect": studenti di chicago che pubblicavano su jpe, di cambridge che pubblicano su QJE, etc... non riesco pero' a trovarlo.. stay tuned ora devo andare