Titolo

La produttività scientifica dell'Italia

1 commento (espandi tutti)

L'h-index ed i suoi derivati (come il w-index o il g-index) valutano, per costruzione, le citazioni e non le pubblicazioni. Quindi un articolo con poche o nessuna citazione non conterà nulla e quindi mi sembra ragionevole sostenere che evitano il problema delle pubblicazioni doppione. Immagino che si possano presentare dei controesempi ma sarebbero casi patologici che, in una discussione generale come questa, interessano poco.

Detto questo gli indicatori bibliometrici hanno un sacco di problemi ma sono pur sempre meglio di nulla almeno per dare una valutazione grossolana (il mio h-index è 6, quello di P.W. Anderson è 40, direi che non ci vuole un gran genio a concludere che lui ha vinto il nobel mentre io faccio il post-doc).