Titolo

Laureati ed iscritti all'università, un riassunto

1 commento (espandi tutti)

Sia la discussione svolta a seguito del precedente post che i nuovi dati messi a disposizione e qui considerati confermano, però, che questa maggiore frazione d'iscritti iniziali non si trasforma (nonostante il diploma triennale sia cosa ben più semplice dell'antica laurea) in un aumento sostanziale dei laureat.

Sul fatto che sia ben più semplice ho qualche dubbio perchè:

  • la durata dei corsi si è già attestata a 4,6 anni ( + 50% della durata nominale)
  • anche se si chiama laurea, l'equivalente ai fini dell'accesso alle professioni ed alla PA è la laurea specialistica (o magistrale)

Quindi, a parità di percorso, e tenendo conto che, anche se non ci sono i dati possiamo supporre che il ritardo sia lineare, per completare la laurea specialistica ci vorranno in media 2,5/3 anni reali.

A conti fatti ci si laureerà, in media, dopo 7 anni abbondanti. Per talune facoltà (come ingegneria) è probabile che la media sia leggermente maggiore (5 anni per la Laurea e 3 per la specialistica, stimo 8 anni) come sembrano confermare le statistiche ancora parziali di Almalaurea. Con queste durate, non mi pare di dire che i corsi siano TANTO più facili degli ordinamenti precedenti.

Non conosco dati internazionali che indichino 8 anni o più per un MS in ingegneria. Ma assicuro, almeno per la mia esperienza nelle Università del Nord Est in Ingegneria (Padova e Trento) che i ragazzi frequentato e studiano parecchio.