Titolo

Laureati ed iscritti all'università, un riassunto

1 commento (espandi tutti)

Anche qui al Politecnico fino ad un anno fa si tenevano esami parziali che permettevano allo studente di avere una valutazione piu' distribuita durante l'anno.

Peccato che ora sia praticamente "proibito" e solo qualche esame mantiene le cosiddette "prove in itinere", anche se non ci sono mai stati comunicati i motivi di tale decisione.

Sulla mancanza di prove orali poi ho qualche perplessita': io ho affrontato 3 anni di laurea specialistica sostenendo solo una o due prove orali, per di piu' a mia richiesta per migliorare un voto, per poi trovarmi a dover presentare ad una commissione il mio elaborato di laurea in 10minuti.

E' una situazione comune ad altre facolta'? In questo modo non formiamo laureati che sono in grado di copiare dai bigini come alle superiori ma non sono in grado di argomentare e rielaborare le nozioni apprese?

Non chiedo certo che si faccia ai primi anni con i corsi affollatissimi ma almeno verso la fine del secondo anno uno studente dovrebbe iniziare anche ad affrontare dei colloqui orali.