Titolo

Con tutto il rispetto, Mr. President

3 commenti (espandi tutti)

Michele,

non ci capiamo. Provo ancora: il problema secondo me non e' nel lato della domanda ma in quello dell'offerta. Quello su cui ero (sono?) in disaccordo con te e' che col tuo post mi sembravi volessi giustificare il comportamento delle banche, che, a parer mio, non e' giustificabile.

Il fatto e' che, per dirla come diciamo noi (io & te e...i dati), i banchieri sono pieni di soldi in questo momento, dall'altro dovrebbero essere disposti a prestarli in quanto l'opportunity (come sostengo io) non e' molto alto. Siccome c'e' parecchia incertezza - e forse non hanno assunto PhDs che facciano asset pricing nel frattempo- pensano (come dici tu) che l'opportunity cost di prestare i billions sia vicino ad infinito per loro, e quindi ci si siedono sopra a sti soldi. Hanno una paura a mio avviso irrazionale. Anche pur sapendo che il governo con una probabilita' positiva e non piccola farebbe un'altro bailout non si muovono. Per questo parlavo di sunspots.

 

Ci capiamo, ma secondo me ragioni per compartimenti stagni. Telegraficamente:

1) Perché la spiegazione deve essere monocausale? Non vedo ragione. Possono essere calate, anzi sono OVVIAMENTE calate, sia domanda che offerta di credito. Si sono scottati entrambi, bancari ed imprese, quindi ci vanno cauti. Cosa c'è di sbagliato in questa ipotesi di lavoro?

2) Perché "irragionevole"? In base a quale evidenza sai che sono irragionevoli i bancari? Tu sai per certo che ci sono profitable opportunities di cui non traggono vantaggio? Se ci fossero e fossero così ovvie, qualcuno dovrebbe provare a trarne profitto, no? Su questo vedi il punto finale.

3) Irragionevoli per irragionevoli, lo possiamo essere tutti. Quando si parla di aspettative, tutto è potenzialmente una sunspot (ragione per cui le sunspot sono la spiegazione di tutto e di niente). Che evidenza hai che escluda che siamo tutti presi da una paura folle e non facciamo credito né lo chiediamo? Mi ricordi - scusami il paragone offensivo, ma è tanto per farmi capire - un tale che lavora al centro studi di una Fed molto "ampia" e che, non molto tempo fa, teorizzava che la "Greenspan-Bernanke put" era cosa buona e giusta perché, irrazionalmente, i mercati finanziari non si prendevano abbastanza rischi, quindi la put serviva per spingerli a prendersi i rischi "giusti"! Non è esempio inventato, credo l'abbia pure teorizzata per iscritto la belinata. Come sapeva lui qual'era l'ammontare giusto di rischio? Non si sa. Ovviamente, con il senno di poi, sparlava. Ma il punto non è questo, il punto è: ex-ante, come faccio ad affermare che qualcuno è "irragionevole" in situazioni che coinvolgono aspettative? Con altri ho guardato i dati molto attentamente, anche quelli micro, e l'evidenza è completamente unclear. L'unica cosa che si vede è che il prezzo del credito ed il premio al rischio sono cresciuti, not surprisingly.

4) Punto chiave. Facciamo finta che hai ragione tu. I soldi ci sono, le profitable opportunities ci sono, la domanda di credito c'è, solo che i bancari che lavorano nelle banche attuali sono diventati irragionevolmente paurosi e non prestano. Qualcuno dovrebbe entrare in quel mercato, no? Se non entra nessuno, delle due l'una:

- siamo TUTTI diventati irragionevolmente paurosi, ma allora la cosa perde di significato;

- ci sono barriere all'entrata.

Visto che la prima ipotesi è vuota, seguima la seconda, che almeno non è vuota. In effetti, entrare nel sistema creditizion è costoro e richiede tempo (pensa solo al costo di costruire la rete di clienti e relazioni, oltre che la info, ottenere l'autorizzazione dalla banca centrale per operare, eccetera). Allora, il problema diventa più semplice e più chiaro: occorre lasciare che le banche moribonde e tenute in vita artificialmente falliscano. Questo permette takeover ed acquisizione rapida di capacità produttiva da parte di altri agenti, non irragionevoli se vuoi, i quali offriranno credito a chi lo chiede. No? Come vedi, anche se fosse vera la tua ipotesi "monocausale" la soluzione è sempre quella: lasciare che gli zombi bancari vengano uccisi definitivamente e permettere l'entrata di bancari sani, e ragionevoli.

questo articolo mi pare avanzare proposte simili, solo con tono più acido  :)