Titolo

A bientôt, Oscar

1 commento (espandi tutti)

Franz, non ce l'ho con Giannino. Tipicamente non fornisco solo ed esclusivamente ai capi le responsabilita' dei sottoposti, e viceversa. E non e' che non mi piaccia Feltri perche' mi piacciono gli altri: IMHO in Italia la carta stampata puo' servire al massimo per incartare la verdura, con rare eccezioni: Feltri non fa parte delle eccezioni, tutto qui.

Non entro nel merito di vicinanze politiche, anche se mi rendo conto che l'invischiamento e' vicino a questa discussione. Parlo del fatto che se trovo un giornale esplicitamente dedicato all'economia, con un titolone in prima pagina e X pagine su un argomento, mi aspetto un approfondimento. Eppure il pezzo forte era proprio l'intervista, che si sviluppava su piu' pagine. E' uno dei principali attori, d'accordo, ma ha per questo i suoi interessi: mi aspettavo un contraddittorio, o notizie da fonti diverse e anche contrastanti.

Ti assicuro che quando ho letto quell'articolo, non avevo alcuna pregiudiziale. Proprio per questo mi e' rimasto cosi' impresso.

Mi aspettavo decisamente qualcosa di piu' e di diverso. Cosi' non e' stato, amen. Forse perche' era gia' in declino, forse perche' non si puo' sempre dire no. Forse anche perche' l'ho letto troppe poche volte, e solo le parti sbagliate. Pero' penso che come lettore, Libero Mercato mi ha deluso.

Onore al merito a Giannino: ci ha provato. E qui, sicuramente, potra' dire la sua piu' liberamente.