Titolo

Son fascisti o no?

4 commenti (espandi tutti)

piccolo dubbio, relativo più alla polemica UNHRC-governo italiano che al fascismo dello stesso:

come mai l'UNHRC paventa un pericolo per eventuali stranieri in fuga dall'inferno che vengano respinti in Libia, perché colà non verrebbero rispettati i diritti umani, e allo stesso tempo affida proprio alla Libia, e per cinque anni consecutivi, proprio la presidenza della commissione ONU sui diritti umani?

come giustifica una simile incoerenza? la Libia va bene a controllare e far rispettare in tutto il mondo i diritti umani dei singoli paesi, ma può tranquillamente ignorarli in casa propria "tanto la commissione la presidiamo noi"?

quale autorevolezza può avere un rimprovero che giunge da un simile pulpito? e quale risposta migliore di una sonora pernacchia meriterebbe?

A meno che non esistano dichiarazioni che non ho letto, stai facendo confusione tra l'UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees) e l'UNHRC (United Nations Human Rights Council). Il Commissariato è un'agenzia come la FAO o la WHO, ha un Alto Commissario nominato dal Segretario Generale ma eletto dall'Assemblea Generale, ma risponde ad un Comitato Esecutivo composto da una settantina di stati, contro gli oltre 180 dell'Assemblea Generale. È (in teoria) un organo più tecnico e meno politicizzato. Il Consiglio è invece un forum intergovernativo, composto da 47 stati eletti con un criterio geografico tra tutti gli stati membri. È fortemente politicizzato, ed è abitualmente monopolizzato da Stati con un triste score in fatto di diritti umani, quali la Libia, la Cina, o la Nigeria, attuale presidente.

La tua polemica è corretta, ma è diretta contro il bersaglio sbagliato: l'UNHCR ha forti perplessità sulla Libia derivanti dal fatto che essa non è firmataria della Convenzione del 1951 sullo status dei rifugiati, collabora pochissimo con il commissariato ed ha strutture per l'accoglienza dei rifugiati minimali o inesistenti.

nessuna confusione, anzi: il sapere che un'agenzia ONU che si occupa di rifugiati abbia "forti perplessità" su un Paese membro dell'ONU, che non ha firmato la convenzione sui rifugiati, ma che allo stesso tempo presiede un'altra commissione ONU, che si occupa di rispetto dei diritti umani fa seriamente dubitare sull'onestà, la correttezza, l'autorevolezza delle due commissioni in questione e soprattutto dell'ONU in stessa.

se l'UNCHR nutre forti perplessità sulla Libia, prendendo come segno di possibili violazioni dei diritti umani la mancata firma libica della convenzione sui rifugiati, perché accetta senza fare una piega che la Libia sia a capo dell'UNHRC? non sono figli della stessa madre? non potevano accorgersene cinque anni fa, quando la presidenza venne assegnata alla Libia? e per restare in tema "rifugiati" cosa fece l'UNCHR per gli italiani scacciati negli anni '70 dalla Libia?

In effetti non mi è chiaro perchè il sig. António Manuel de Oliveira Guterres, attuale alto commissario ONU per i rifugiati, temendo che la Libia tratti male questi stranieri protesta contro l'Italia e non contro la Libia.