Titolo

Il peggio ha da tornare, per l'Italia.

1 commento (espandi tutti)

Nell'articolo linkato da moreno si legge anche, citato dal rapporto Confcommercio:

"nel 2010 avremo un prodotto lordo pro-capite inferiore a quello del 2001: in breve, avremo perso dieci anni di crescita economica"

E questi dieci anni di crescita sarebbero? Dai dati Istat calcolo la seguente tabella:

  crescita PIL reale crescita PIL reale pro-capite
2001 0.45% 0.14%
2002 -0.02% -0.79%
2003 1.53% 0.54%
2004 0.55% -0.19%
2005 1.84% 1.26%
2006 1.46% 0.72%
cumulata 2001-2006 5.95% 1.67%

Anche non considerando le variazioni di popolazione residente, come fa la Confcommercio, 6 anni di crescita reale sono il 6% in Italia: nessuna sorpresa che una recessione come quella corrente li spazzi via. Il problema e' esattamente che non si cresce.

Se guardiamo alla crescita pro-capite il dato e' ancora piu' deprimente, con un misero 1.67% nei sei anni dal 2001 al 2006. Se il PIL reale italiano fosse cresciuto alla media dell'area Euro nell stesso periodo (circa 1.8% all'anno), la crescita cumulata 2001-2006 sarebbe stata dell'11% anziche' del 6%, e ci sarebbero volute due recessioni come questa per riportarci al 2001.