Titolo

Mourinho e le toghe rosse.

3 commenti (espandi tutti)

Caro Axel, rispondo per punti ai quesiti.

1: sbagli nel pensare che siano chiacchiere ripetute orecchiate dagli avvocati, sbagli nel dire che i miei argomenti "non stanno nè in cielo né in terra", e provo a dartene gli estremi. con misura, perché non mi sembra utile dire a chi non la pensa come me che viene dal pianeta rosso...

2: no, non esercito. dopo il prescritto tirocinio, ormai 22 anni fa superai scritti e poi orali del concorso per l'accesso alla magistratura, ma rifiutai l'assegnazione a ruolo, allora ero portavoce nazionale del Pri

3: per tutte le risposte alle tue legittime domande, che mi sembra derivino da ignoranza del procedimento, ti rinvio a un documento ufficiale del Tribunale di Milano, che trovi a questo indirizzo http://static.repubblica.it/milano/mills/processo/processo.pdf. E' al sintesi ufficiale a opera dello stesso Tribunale di tutte le istanze ed eccezioni presentati dalle parti nel procedimento, con rinvio a ordinanze assunte dal Tribunale stesso, nonché da Corte d'Apello e di Cassazione, con tutti i riferimenti normativi del caso. Per non farti perdere troppo tempo...

3.1 certo che c'era ancora la difesa di SB nel procedimento, anche dopo l'approvazione del lodo, come puoi leggere, e ci mancherebbe, visto che dal dibattimento potevano emergere - sono emerse - circostanze, fatti e documenti che alla ripresa del giudizio su SB verrano sicuramente assunti a suo carico

3.2 nel documento segnalato, trovi a pagina 9 e 10 le liste dei testi non ammessi dal Tribunale, in data larghissimamente anteriore al lodo, e potrai constatare come moltissimi fossero stati chiesti sia dalla difesa di Sb sia da quella di Mills, e altri separatemente

3.3 certo che esiste il potere del giudice che richiami, ci mancherebbe altro.

3.4 qui però è lo stesso Tribunale a scrivere che

"I tempi del dibattimento – che richiedeva una trattazione prioritaria in relazione alla ravvicinata

prescrizione, alla natura del reato contestato ed alla oggettiva delicatezza della materia – sono stati

scanditi, come meglio si vedrà nella descrizione che segue, dalla organizzazione delle rogatorie,

effettuata per via diretta, ed ottenuta con il prezioso ausilio dei magistrati di collegamento, il

supporto del Ministero ed a volte le consultazioni informali con la struttura di Eurojust" (pag. 1).

E' il Tribunale a dirlo, che per ravvicinata prescrizione ha tagliato i testi all'essenziale, non io. Avere un'idea precisa su come il giudice ha esercitato quel taglio, in relazione a parecchi esclusi che avevano un ruolo essenziale per accertare al meglio dazione e ruolo degli scambi Mills-SB, non è affatto "propaganda di SB". 

3.5: qui siamo in dissenso totale. partiamo dal principio generale dell'ordinamento, ex articolo 18 del codice di procedura penale che al primo comma lettera b), dispone che la separazione va ordinata quando “nei confronti di uno o più imputati o per una o più imputazioni è stata ordinata la sospensione del procedimento”. Ed è' vero anche che il lodo Alfano non prevede esplcitamente estensione della temporanea non procedibilità a carico di coimputati. Ma faccio per esempio presente che la nuova definizioen dell'articolo 96 della Costituzione in materia di guarentigie dei parlamentari ha esteso l'autorizzazione a procedere prevista per i parlamentari ai coimputati.

Anche per questo la difesa di Mills chiese subito al Tribunale la non separabilità del procedimento, rispetto al coimputato SB scudato dal lodo. Ricordo a chi legge che l'articolo 18 cpp prevede, disciplinando in termini generali le facoltà di separazione,

che la separazione non debba essere disposta, pur ricorrendo una delle ipotesi ivi previste,

quando il giudice ritenga la riunione “assolutamente necessaria per l’accertamento dei fatti”;

che la separazione possa essere disposta “sull’accordo delle parti, qualora il giudice la ritenga

utile ai fini della speditezza del processo”.

Ma il Tribunale, come si legge a pagina 28 del documento citato, bellamente respinge l'istanza di Mills sostenendo che l'accertamento e il giudizio su SB non sono affatto "assolutamente necessari per l'accertamento dei fatti" a carico di Mills stesso. A me, fa venire l'orticaria. Ma se è Mills stesso, a dire che la prima versione anti B era mendace, e che i denari venivano da Attanasio?

Che criticare tale valutazione del Tribunale sulla "non necessità per l'accertamento dei fatti" sia considerato, da Axel o da chiunque, "propaganda", è inammissibile. O per voi la giustizia si identifica in "il giudice ha sempre ragione"?

 

in relazione a parecchi esclusi che avevano un ruolo essenziale per accertare al meglio dazione e ruolo degli scambi Mills-SB, non è affatto "propaganda di SB".

 

Pagina 1: "In particolare va riaffermata la sovrabbondanza delle liste
testimoniali delle difese, laddove riferite anche a persone neppure compiutamente identificate e/o
residenti in Stati che non hanno concluso con l’Italia convenzioni in materia giudiziaria (sicché
l’effettuazione di rogatorie sarebbe stata oltremodo difficoltosa, se non addirittura impossibile:
come si è in concreto verificato per l’esame del teste Marrache a Gibilterra)"

http://en.wikipedia.org/wiki/Oscar_Giannino

Good luck!

after it was discovered that he had fabricated his résumé by adding false academic claims, such as a Law degree in Italy and a Master Degree in corporate finance and public finance at the University of Chicago Booth School of Business:[1][2]