Titolo

Dagli al comunista!

3 commenti (espandi tutti)

Inqualificabile.

Grazie per l'insulto, perche' non ci ricami sopra?

Quando si sente ancora parlare di Mussolini come un grande statista, di Fini come l'unica opposizione (é lui che a deciso di sciogliersi e stare nel PDL o no?), di Fini come uno che capisce l'economia di mercato (mi é sfuggito il suo programma in economia...che in ogni caso sarebbe piuttosto statalista e nazionalista per tradizione), di uno con un certo senso della legalità e del sociale, ecc. le domande sorgono spontanee: che ci fa con dei banditi? Come pensa di portare avanti il suo programma (ammesso che ce l'abbia). Continuo a pensare che certi sdoganamenti italiani e certi attacchi che ormai definisco ab contrario per la loro logica di individuazione del problema e/o alloristici (tipo vabbeh ma a sinistra non sono meglio, ma allora loro..., ecc.) non possono che contribuire allo status quo, avvalorando la tesi di chi é convinto che si stia facendo bene (tipo BS & Co...), o peggiorare le cose. Se si continua a mettere sullo stesso piano problemi che sullo stesso piano non sono, é difficile fare un ragionamento logico. E ogni volta si torna a concludere, é ma gli altri non sono meglio, si sentono superiori, le toghe sono rosse, le cattedre sono rosse sino a dare del comunista a Paul Krugman o al Financial Times....Meno male che c'é Fini?