Titolo

Clima, Commercio, Krugman

1 commento (espandi tutti)

ma ti verrebbe abbastanza semplice fare una previsione ragionevole, no?

NO! Dai per scontate due cose, che tali non sono. Che si conosca il tasso di crescita (del GNP nel tuo esempio, dell'impatto umano su CO2 nell'altro) e che quest'ultimo sia,quantitativamente, il fattore più rilevante nella determinazione di lungo periodo delle temperature del pianeta. L'evidenza dice l'opposto. La parola chiave, qui, è "impatto umano", non "CO2". L'impatto umano sulla concentrazione del CO2 nell'atmosfera è tuttora molto piccolo rispetto a quello dei processi naturali, in particolare di quelli eolici.

Vendi come verità ovvie cose che non lo sono proprio, Giorgio.

Ma non ho tempo, non ho tempo ...