Titolo

Lesa maestà

1 commento (espandi tutti)

Dovrebbero prenderlo come un complimento perchè nell'Apocalisse, se non sbaglio, è scritto che il ritorno di Cristo in terra è annunciato da segni come la minorità del popolo di dio, accerchiato dai lupi o perchè nell'imminenza di quel ritorno scenderanno tenebre fino a toccarle? Ma questi non vogliono quello, vogliono i riflettori del potere, i decreti legge a uso e consumo loro...

Ma figurati se sulle questioni di fede, la Chiesa è così profetica...l'unico spazio dove riesce ancora a muoversi è quello dei pronunciamenti etici (prima di tutto sessuali e procreativi), dell'esortazioni socio-pedagogiche; ma sulle questioni di fede, che dovrebbero essere la loro prima ragione sociale, parlano veramente poco; sulla fede, tanto per dire, non sono nè caldi e nè freddi, preferiscono fare incontri politici, smanettare sui disegni legge; far trapelare la  loro contrarietà agli stessi come fossero un Napolitano qualunque...sembra proprio che il sale della loro fede abbia perso sapore, e figurarsi cosa ce ne facciamo di un sale insapore che critica la tecnica o il capitalismo o la libertà sessuale, scimmiottando altre nefaste ideologie. Mi rendo conto che uno non può vivere la sua fede con l'intensità drammatica di un S. Agostino, ma la Chiesa sembra davvero che aspetti il ritorno di Cristo così come si aspetta l'autobus: nel mentre che l'autobus NON arriva, parlano di politica, dei figli e del tempo...la loro fede dovrebbe smuovere le montagne, ma ora al massimo, l'unica cosa che riescono a smuovere sono giornalisti sgraditi.

Sui quattro gatti...in quattro si possono fare/dire cose interessanti...dall'album "Come un gatto", senza offesa per il prelati.