Titolo

Lesa maestà

1 commento (espandi tutti)

I vertici PCI non sono nemmeno stati inquisiti: qui e' stato D'Ambrosio e in generale tutto il pool Mani Pulite a fare una scelta precisa, i giudici non hanno nemmeno giudicato perche' nessuno e' stato inquisito.

  • Non è vero, ma manco per niente. Ti ricordo un po' di nomi dell'ex PC-PDS inquisiti dal pool.

Intendevo i vertici nazionali. Ho scritto anche io che a Milano hanno inquisito (e in seguito assolto) Cervetti e Pollastrini. Nota che per DC, PSI, PRI, Lega e molti altri i vertici nazionali sono stati inquisiti.  Non sono stati inquisiti invece dal pool di Milano i vertici nazionali del PCI come anche gli azionisti i proprietari della Cogefar-Impresit, che io sappia.

Primo Greganti. Arrestato il 1° Marzo 1993, rilasciato il 31 Maggio dopo 90 giorni, ri-arrestato il 19 settembre dello stesso anno e scarcerato a ottobre: in tutto 4 mesi di carcerazione cautelare, una delle più lunghe dell'inchiesta. Volevano salvare il PCI-PDS? E perchè tenerlo dentro tutto quel tempo allora? Non ci vedi niente di strano? Giovanni Battista Zorzoli, all'Enel in quota PCI, è condannato nello stesso processo che condanna Greganti, almeno in primo grado.

Per quanto so Primo Greganti e' venuto fuori parecchio dopo l'apice di Mani Pulite, e dietro precisa confessione di un inquisito in altri procedimenti.  Non perseguirlo in presenza di testimonianza verbalizzata puntuale e personale darebbe stato un reato bello e buono. L'accanimento su PG e' conseguenza dovuta della sua condotta omertosa tipica dell'organizzazione cui apparteneva e forse ancor oggi appartiene.

Il PCI-PDS prendeva soldi dai russi? Verissimo. Ma non erano penalmente perseguibili, i finanziamenti dall'estero; e le prove saltarono fuori dopo la caduta del Muro di Berlino.

Era reato di finanziamento illecito, quantomeno. Come fai ad affermare che non erano penalmente perseguibili? Quando? Se si voleva, si poteva metter su un procedimento per eversione dell'ordinamento dello Stato e alto tradimento. In Italia e' semplicissimo, la creativita' non manca e la tradizione di usare le leggi contro i nemici e interpretarle per gli amici e' consolidata. Ma il Parlamento e' riuscito a condonare tutti i reati antecedenti il 1989 (salvando anche De Mita). E' stato un miracolo che non siano riusciti a condonare anche tutte le malefatte di Craxi dopo il 1989.

I comunisti tenuti fuori dalla corruzione accertata? Ma manco per niente. Nella sentenza di condanna per la vicenda delle mazzette per la costruzione della metropolitana di Milano, i giudici scrivono che “a livello di federazione l'intero partito venne coinvolto nel sistema degli appalti. Risulta pacifico che il PCI-PDS dal 1987 sino al febbraio 1992 ricevette, quale percentuale di tangenti, il 18,75%, tre miliardi di lire.” Il PCI-PDS protetto? ma da chi?

Il PCI prende il 18.75% della tangentopoli milanese e i vertici nazionali non sono stati nemmeno indagati dal pool mani pulite di Milano.

rimane il fatto che Bossi prendeva soldi da un'azienda che stava organizzando quella corruzione su vasta scala.

Per la precisione, Bossi ha fatto l'avvoltoio dopo aver avuto sentore che tutti attingevano a piene mani dalla Ferruzzi. Il finanziamento di Sama e' ben posteriore alla concussione ai danni di Gardini che da' origine alla maxi-tangente. I Ferruzzi erano ormai il bancomat dei partiti, e Craxi ha ammesso di aver preso 465 volte piu' della Lega. E se non erro gia' nel 1992 la Lega era il primo partito a Milano, col 18.5%.

Se accumulo fondi neri alla chetichella, poco per volta sono meno reprensibile di chi fa i grandi colpi?

Fai i conti sul totale integrato nel tempo delle tangenti e la proporzione incassata dalla Lega si riduce ancora di piu'. La Lega ha preso pochissimi soldi, moltissime meno volte, e su un periodo di tempo molto inferiore.

E chi l'ha detto che un reato o la sua gravità si misuri dalla percentuale della truffa totale finita in mano al ladro? Quindi, una società con un patrimonio enorme potrebbe permettersi una franchigia di corruzione e fondi neri molto più grande di una piccolissima azienda, solo perchè il fatturato della prima è molto più grande? Ma andiamo...

A me questi sembrano solo giochi di parole. Quello che conta e' la frazione del danno prodotto sul totale (< 1/2500) e il tipo di crimine.  Per me finanziamento illecito e' molto meno grave di concussione e corruzione.  Libero di pensarla diversamente, mi limito ad aggiungere che anche secondo il codice penale, e non solo in Italia, c'e' una notevole differenza tra i due reati.