Titolo

Lesa maestà

1 commento (espandi tutti)

Riprendo stasera la nostra discussione, dopo un giovedì full-immersion in Confindustria ed un venerdì dedicato strettamente al lavoro (bisogna pur occuparsene, di quando in quando, invece che passare il tempo su blogs sovversivi …), esprimendo la speranza che la tua cena sia stata soddisfacente quanto pareva invitante: non sia mai che un'orata bruciacchiata possa mettere in pericolo la vita affettiva del pargolo …. :-)

Dunque, stiamo ragionando su due piani simili, ma leggermente diversi. Tu dici – correttamente, sebbene in modo troppo generalista, cioé senza distinguo e confronti – che l'azione del governo BS lede anche i miei interessi e mi chiedi di definire quali cose DiP abbia fatto, sulle quali rimproverargli altrettanto. A mio avviso, però, il problema non sta qui. Ovviamente più si detengono posizioni di potere e più si producono decisioni e relative conseguenze. Oggi DiP sta all'opposizione, ma anche quando era al governo - un esecutivo per lo più auto-immobilizzatosi nel perpetuo disaccordo, ma deleterio per il sistema produttivo con i pochi provvedimenti di un qualche peso, caratterizzati dalla dominante ideologia anti-industriale – la sua presenza pare aver lasciato ben labile traccia: evidentemente aveva forza contrattuale assai modesta, oppure concordava in merito alle linee d'intervento generali. In ogni caso, il fatto è che l'azione di un ipotetico governo DiP non potrebbe non essere determinata dalle convinzioni del medesimo: esse discendono dalla cultura illiberale che lo caratterizza – gli esempi son molteplici ed evidenti, mi parrebbe di offendere la tua intelligenza dubitando del tuo accordo in merito ….. :-) - e, perciò, io ritengo che il trebbiatore molisano non possa rappresentare una soluzione ad alcunché né una pur minima speranza di cambiamento nella direzione che noi, qui, auspichiamo.

Al fine di rafforzare quanto ho argomentato, tu prova a pensare – un esempio tra i tanti possibili - all'egregio signor Marco Ferrando. Non mi pare che – non avendone avuta la possibilità – la sua azione politica abbia inciso profondamente, ledendo interessi non solo miei ma di chiunque altro. Secondo l'impostazione dibattimentale che hai proposto, non essendovi provvedimenti concreti da rimproverargli, al governo egli farebbe certamente meglio di BS: possiamo cullarci nella speranza che il Paese, sotto la sua guida illuminata ed innovativa, conosca una nuova primavera …... :-)