Titolo

Lesa maestà

2 commenti (espandi tutti)

Nessun esonero, i fatti appaiono assodati: Sama ha dato materialmente i 0.2 miliardi di lire a Patelli e Bossi aveva sollecitato il finanziamento e ne era a conoscenza.  Dove avrei chiesto di esonerare Bossi?  Potresti citare?

Alberto, lo dici eccome...voce fuggita al seno, più richiamar non vale:

Per confronto numerico, Bossi e La Malfa hanno ricevuto 0.2 miliardi di lire da Sama come finanziamento illecito [...]: un fattore circa 450 meno di quanto ammesso da Craxi, e un fattore 2500 meno rispetto al totale della maxi-tangente presumibilmente incassata da DC e PSI.  Anche riscalando per la consistenza elettorale dei diversi attori, e' evidente chepe Bossi e La Malfa erano i ladri di polli finiti nella retata, mentre i vertici dei principali partiti dell'arco costituzionale erano per confronto i vertici della cupola mafiosa del sistema Italia del tempo.

Visto che viviamo in Italia dove abbondano criminale e disonesti, forse sarebbe il caso di distinguere tra i grandi criminali e i piccoli criminali, invece di cercare di intorbidare le acque e accomunarli tutti indistintamente.

E' evidente che io ho chiesto solo di "distinguere" e "non accomunare" la posizione di Bossi (finanzialemto illecito) con quella dei vertici nazionali DC e PSI (concussione, corruzione, peculato, riciclaggio). Non ho chiesto nessun esonero. Anzi ho affermato semmai che il pool avrebbe dovuto contestare concussione, corruzione, peculato e riciclaggio anche ai vertici nazionali PCI. Aggiungo che per i fondi dall'URSS si sarebbe potuto contestare anche eversione delle istituzioni democratiche e alto tradimento, reati che probabilmente non hanno prescrizione. E lo stesso dalla DC, sia pure meno grave perche' da Paese formalmente alleato, per gli eventuali fondi esteri USA.

Nel 1989 venne varata una amnistia che comprendeva i reati di corruzione. Quindi PCI, DC e PSI e tutti gli altri possono ripartire da zero.  I fatti di mani pulite riguardano il periodo successivo. Quindi le questioni dei Soviet che pagano i viaggi ai burocrati del PCI e i finanziamenti americani alla DC (c'era anche il PSDI tra i destinatari di soldi americani per creare confusione a sinistra) non valgono nella questione MP.

Premesso che: bisogna stare al governo per meritare le mazzette e i cattivi sono equamente distribuiti tra la popolazione, ma col tempo si concentrano dove vi e' qualcosa da rosicchiare. Inoltre, ammettiamo che la corruzione tra i funzionari del PDS e le coop rosse fosse stata molto diffusa a quei tempi. Allora mi sarei aspettato di vedere un tizio  della parte avversa (DC o PSI) e informato dei fatti andare da un giudice accondiscendente e spifferare. Siccome questo non e' successo, o comunque non nelle stesse proporzioni, si deve trarre almeno una delle ipotetiche conclusioni che a partire dal 1989 c'erano: a) meno fatti riguardanti il PDS da spifferare rispetto a DC+PSI, b) molti meno giudici "sensibili" non rossi rispetto ai giudici "sensibili" rossi (c'e' sempre una quota bipartisan che non farebbe mai nulla), c) molti meno tizi informati e potenziali spie nelle tangenti rosse rispetto a DC+PSI, d) funzionari del PDS diabolici rispetto a quelli di DC e PSI.