Titolo

Euro-Lira: uno stato, due monete

4 commenti (espandi tutti)

Perche' escludere il default? Dopotutto, cambiare la denominazione del debito esistente da buona moneta (Euro) a carta straccia (Lire) non e' molto diverso da una diretta insolvenza.

D'altra parte, con le previsioni di deficit che girano in Europa, un -6% per l'Italia non e' poi cosi' eclatante. E non stare nell'area Euro non e' stato di gran beneficio all'Islanda, tant'e' vero che gli scandinavi stanno facendoci un pensierino.

 

"Perche' escludere il default? Dopotutto, cambiare la denominazione del debito esistente da buona moneta (Euro) a carta straccia (Lire) non e' molto diverso da una diretta insolvenza."

Secondo me è esattamente la stessa cosa di una diretta insolvenza. Prendiamo il caso del possessore non italiano di un titolo di stato denominato in euro. Egli dirà: se volete adottate pure come moneta la pataka di Macao, ma a me il bond me lo rimborsate in euro. Con piccole differenze il ragionamento è valido anche per i possessori italiani.

Quello che sfugge nell'articolo è che quando l'Italia ha adottato l'euro la lira ha cessato di esistere come valuta determinando di conseguenza la conversione automatica da lira a euro di tutto il debito pubblico. Ma se l'Italia dovesse uscire dall'area euro questo continuerebbe ad esistere come valuta ed i debiti denominati in euro continuerebbero ad essere esigibili in euro. A meno di un default vero e proprio, beninteso.

Si, e' vero, c'e' anche l'alternativa di un semplice default. Oppure piu' semplicemente lo stato che dice: "sei titolare del debito, ma quest'anno gli interessi non te li paghiamo...e per quest'anno non puoi vendere i tuoi titoli di stato" e cosi' via ogni anno, ma sempre assicurandoti che sei titolare. O qualcosa del genere.

E' vero anche che l'euro continuerebbe ad esistere percio' un creditore avrebbe diritto di venir pagato in euro. Good point.

Prendiamo il caso del possessore non italiano di un titolo di stato denominato in euro. Egli dirà: se volete adottate pure come moneta la pataka di Macao, ma a me il bond me lo rimborsate in euro.

Magari i BTP li rimborsassero in Patacas: esattamente come l'Hong Kong Dollar col dollaro USA, il valore della Pataca e' ancorato a 1.03 Hong Kong Dollars tramite un currency board in cui l'intera base monetaria e' garantita (29 volte!) da riserve di valuta straniera, in HKD appunto; in piu', il debito pubblico d Macao e' zero e gli introiti fiscali sono superiori alla spesa pubblica. Per un'eventuale Lira post-Euro, il paragone piu' adatto sarebbe piuttosto lo Zimbabwe Dollar.